13k+ testi hip hop italiani.

Ho Visto
Aban

♥ 6602

Ho visto la vita da vari punti di vista
prima da nino nell'arena nel paese con la Rizla
ho visto la gente in affari stringere mani
coi doppiopetti coi denti stretti come dei cani
coi i miei cari calpestati trattati da ignoranti
perchè meridionali camicia aperta e chili sani
sfondare il muro degli affari col duro lavoro
tutto nel culo a chi non ci guardava manco in volto
ho visto la vita seduto su uno scalino
dallo Sciaquitti all'Angiulino con l'imbosco dentro il motorino
con il rischio nelle tasche segnava le facce
Ziffo cambiava le marce io caricavo le canne
le storie fiacche da parte per gli amici dall'altra
bar di Picia la piazzetta strada sotto casa
comitiva folta potrei contarne 20
anche a distanza adesso sono 20 fratelli

RIT:
"e tutto quello che vorrei farti vedere all'ombra di un quartiere
ho visto chi lo fà per gioco chi rischia la pelle
ho visto tutto e niente ho visto ciò che serve
per mettere sulla bilancia gli uomini e le merde"

ho visto le feste e i party ho visto le tufe e gli sguardi
ho visto piatti pieni e caldi non quelli dei ristoranti
ho visto vigliacchi sbafarsi e fingersi capi
nascosti dietro una busta o in un gessato Armani
sorrisi e chiacchere vipere e zoccole
per due botte sopra al letto pronte a fottere
tu non confondere se parlo solo di quello che vivo
e se ho sporcato le mani non le nascondo dal tuo viso
ho visto la mia gente perdere la rotta
in botte da un grammo per volta con il cuore che gli scoppia
ho visto lacrime di un padre su un sedia d'ospedale
con la faccia di chi ha perso quello per cui vale
RIT
x2
ho visto la vita mentre sognavo quel pacco
mentre gridavo a me stesso che prima o poi sarei arrivato
un ragazzo figlio di un paesano mano pesante sul capo
Paolo per chi mi ha creato Aban per chi mi ha sfidato
uno come tanti uno come voi con in testa il sogno di toccare il cielo piu degli avvoltoi che mi ronzavano intorno
e mi volevano al suono ma non potevano schiacciare volontà di uomo
ho visto l'amore seduto su una panchina
in una notte d'agosto girando in una marina
la mia donna bocca salentina fuoco e gelosia
mi ha curato il cuore nella notte come una poesia
in mezzo a scena da follia risse in piazza e polizia
bamba e fumo nella uno di mia zia
strada in petto per la mia sangue freddo per la mia
unica e sola donna pronto a morire per lei questa è l'ultima nota

Ho Visto — Aban
inserito da kekko

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook