13k+ testi hip hop italiani.

Come da Tavole a Villatalla
Alex Antonov

♥ 1157

Strofa 1

Vado verso casa con gli sguardi di una macchina targata doppia C
Io mi chiamo doppia A / La Bilancia & Il Bestia (doppia B?)
Si, quello lì è il disco vecchio / ora sono qui
F-R-E-I / accattatevill!
Porto colori mischiati / pelle mulatta
Le insulti ma frei / sto constatando questa tua ignoranza
Porto i profumi della legna in prima linea
Con le penne usate in questi anni ci faccio una linea
Nel senso che con le suddette penne traccio linea
E se le metti in fila è chiaro che tracci una linea
È il capolinea / mi chiedi la distanza?
Beh è come dire da Tavole a Villatalla
La transumanza / continua e chi mi guarda
Si chiede chi mi faccia questa schiena disfatta (ehm, si...)
Sono pieno di graffi / e chi mi graffia? (ehm, allora...)
Me li faccio nel sonno / altro che ragazza

Rit

Dalle mie parti la distanza / quando si parla
Si dice "come da Tavole a Villatalla" (come da Tavole a Villatalla)
Dalle mie parti se vuoi dire "quanto manca?"
Qui si dice "come da Tavole a Villatalla" (come da Tavole a Villatalla)
Dalle mie parti quanto è lunga la tua marcia
Qui si dice "come da Tavole a Villatalla"
Questa è l’unità di misura delle vallate
Abbandoniamo il sistema metrico decimale

Strofa 2

OK / Campagnolo con lo stile sbruffone
Campione di una regione / ragioniere sul campione
E il percorso in montagna è fatto per pochi
Ho-di/rimpettai che mi seguono col walkie-talkie
Scena piena di tensione / purtroppo è innegabile
Ci si fiuta vicendevolmente queste natiche
Vedo troppi cartelli a Pietralata
Poi cartella dopo cartella porto la cartellata
Per arrivare dove voglio quanto manca?
Qui si dice "Come da Tavole a Villatalla"
Metro più / metro meno
Metto più merito / sopra al metronomo
E medito sopra questo melo e me l’evito
La sudata perchè sul sentiero vado piano
E il baretto a Villatalla è ancora un po’ lontano
Questo brano? Quando lo ascolti poi ti ritrovi
La paglia nel culo e qualche fiore sopra il naso

Rit

Strofa 3

Come da Tavole a Villatalla / non so bene come calcolarla
c’ho la rima / non sai bene come ostacolarla
Quale oste / io porto l’osteoporosi
L’oste al massimo mi offre due gotti / beviamo da stilosi
Osservazioni da discutere col manico
Fotti col più arido / donne come straccio madido
Sono squallido? Meglio che tradire e fare il pavido
comunque sto lottando migliorandolo
Il sentimento provato guardando la tua cagna
La tua compagna? Con la mia A va in campagna!
Stai in campana come Sandro / hai detto Sandro?
Caro Dighero riconoscimi sono Alessanto
Porto roba da rifugio di montagna
Inevitabilmente sento molto la distanza
Mi reputo di stanza / su questa scena e chi non mi guarda
È come da Tavole a Villatalla, quindi…

Rit finale

Unità di misura delle vallate
Abbandoniamo il sistema metrico decimale
Unità di misura delle vallate
Abbandoniamo il sistema metrico decimale
Questa è l’unità di misura delle vallate
Abbandoniamo il sistema metrico decimale
Questa è l’unità di misura delle vallate
Abbandoniamo il sistema metrico decimale

Registrata e mixata da Alex Antonov @
La Casa degli Specchi (Castellaro, IM).
Prodotta da Roggy Luciano per La Blatta Produssioni.
Skit introduttivo (tratto da "I Simpson")
e skit estroduttivo a cura di Alex Antonov.

Come da Tavole a Villatalla — Alex Antonov
inserito da silvanosipella

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook