13k+ testi hip hop italiani.

Al monfine mel mondo
Asthra Gubba ft. Blaqaut

♥ 1179

[Nepa]
Io non so ancora quanto resisto,
so che il mio tempo è adesso
e il mio tempo non è infinito,
non so se tutto è scritto, ed io decido
in base al tempo che ho ogni passo del mio tragitto,
e sto colmo di dubbi, colmo di rabbia,
mi scontro con tutti come chi sbaglia,
tu corri di più, ma non ti salvi
se corri di più, e più scorre la sabbia.
E da lassù nessuno ci guarda,
vizi e virtù decidono il karma,
nei giorni bui e quelli di calma
non voglio più luce ma solo più calma.
E forse la calma riesce a lenire ogni rimorso,
e più che una tappa è la fine del mio percorso,
e no, non mi rilasso, lascio svanire ogni ricordo,
mi affido al cosmo e mi accascio senza più capire il mondo.

[Gamo]
Guardo e vedo la fine,vado avanti verso il confine,
sguardo dritto che segue le linee
di traiettorie di storie non vive,
la gente lo sente e descrive fatti che normalmente rivive
solo nei sogni senza dormire dove alla fine del mondo si ride!
E vorrei che fosse ok... ma il tempo qui sta per finire!
Diluito col sangue versato nel foglio dove son vuote le righe...
stanotte non posso reagire
ma voglio finire ciò che ho iniziato:
ho fatto un mondo perfetto dove scandire i secondi è reato!
Percorro un piccolo tratto
di strada in sterrato dove ritrovo
chi ho aiutato in passato ed ha fatto di me un uomo nuovo...
restano solo i momenti
che hanno segnato la nostra pelle,
e se son scritti nelle stelle
il viaggio verrà illuminato da quelle!

(Ritornello) X2
Come se non dovessi mai morire,
e non dire mai, mai, "è troppo tardi".
Scoprire il limite oltre il confine,
e dove va a finire il mondo quando non lo guardi.

[Mega]
Ho corso lungo il filo di un sogno
che ormai sta per spezzarsi, e ora
ho soltanto bisogno di pochi istanti,
può darsi che il cammino mi porti in mezzo ai diamanti
della volta celeste, starò per sempre là sopra a guardarvi.
Vorrei parlarvi, e mostrarvi lacrime e pianti, e gli sguardi
che sanno già che non potranno cancellarsi,
distanti da tutti gli altri, due anime legarsi in eterno
fino a dimenticarsi il tempo senza consumarsi.
E avere i minuti contati è normale,
siamo punti tracciati su un 8 orizzontale,
i passi rimasti son sempre pochi,
ma non voglio accontentarmi,
chiuderò gli occhi quando avrò finito di sprecarli.

[Jack Sparra]
È troppo assurdo per crederci, troppo vero per dirlo,
ma quanti angeli danzano sopra la punta di uno spillo?
Non ci riesco a contarli, in tutti questi anni
in cui ho stretto l'infinito fra le mani senza mai capirlo.
Non dirmi cosa sono, o che cosa sarò,
se in un milione non vedete quello che provo,
e non mi sento solo, ma io sento solo
la differenza tra il mio e il loro concetto di uomo.
E vorrei dirti che andrà tutto bene domani
e che i nostri destini non saranno mai lontani;
il mondo è carta, la nostra vita, origami,
basta poco a bruciarla, a spezzarci le ali.

(Ritornello) X2
Come se non dovessi mai morire,
e non dire mai, mai, "è troppo tardi".
Scoprire il limite oltre il confine,
e dove va a finire il mondo quando non lo guardi.

[Rupez]
Che tutto sta nell'esserci, che a farcela o meno
il meccanismo è il crederci, è stare a +1, come il 13,
e sei più che essenziale tu
nel moto essenziale del groove
di questo meccanismo.
È Gizmo a smuovere il sisma, è il Big Bang,
luce nell'atomo, il flash del cosmo
è splash, come in impressionismo.
In corsa dal feto...
perché il sangue è vita, è storia,
unirmi ai Midi-chlorian, è Forza nella tua memoria,
il passo dei Jedi, i giorni degli scleri alla Desmond,
linea morta, voce rotta, Penny Widmore-Hume.
Il tempo è fiume tra i gesti e cola
ed è una vita in linea che vive come Cavandoli
e diventa storia.

Al monfine mel mondo — Asthra Gubba ft. Blaqaut

Inserito da Francesco Collu

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook