13k+ testi hip hop italiani.

Su di Me
ATPC

♥ 1349

Avevo solo un anno e mezzo
non è che mi ricordi un granché
ho qualche scatto e un trafiletto di giornale che parla di me
con un problema al cuore congenito
serviva un’operazione qui ancora non la facevano
ringrazio i miei genitori, sono stati 2 eroi
han garantito a questa storia un poi...
sono restati uniti
e via verso gli stati uniti
muniti di fede incrollabile e di un dizionario tascabile
da lì ho vissuto ogni giorno come un omaggio
facendo sì che il passato, non mi tenesse in ostaggio
sono un ragazzo fortunato perché mi hanno regalato un sogno
sono fortunato ma la vita ti presenta il conto
scacco matto...trenta quattro anni
una preghiera e la paura di nooon svegliarmi
storie di valvole meccaniche e aorta artificiale
un altro segno indelebile,il mio tribale
sopra il petto come medaglia di guerra
e sono solido x questo ed è difficile buttarmi a terra...
ogni tanto mi fermo e ripenso al calvario,
ma sono vivo e sono qua a raccontarlo...yeaah

rit: puoi sentirmi, parlo a te
che ora vivi su di me
la compagna in questo dramma
ma per fortuna che c’è
puoi sentirmi parlo a te
che ora vivi su di me
una pezza sulla vita
ed io ti porto con me

Ogni volta che cambia il tempo mi ricordi che ci sei
che sei sulla mia pelle e che non mi abbandoni mai
e ne avrei fatto volentieri a meno... giuro
che se tu non mi fossi addosso sarei stato più sereno di sicuro
del nostro incontro scontro ho un po’ di confusione
sei nata sotto il segno di una distrazione
poi ho recuperato il lume della mia ragione
dentro un letto a fissare il soffitto della rianimazione
hey! Poteva andar meglio, ma, poteva andar peggio
ho, sfidato la morte, è, finita in pareggio
mi, son fatto coraggio ho capito il messaggio
ed in ogni volo che faccio sto attento all’atterraggio
me ne son fatto una tua ragione della tua esistenza
ed ogni tanto ti controllo con una carezza
e so cos’è il dolore e so cos’è la paura
la leggo addosso come il braille su ogni punto di sutura
sei un pericolo scampato dal sapore amaro
il tatuaggio meno bello che mi è costato più caro
hanno segato i rami ma non la mia radice
proseguo il mio cammino con tanto di cicatrice.

rit:
puoi sentirmi, parlo a te
che ora vivi su di me
la compagna in questo dramma
ma per fortuna che c’è
puoi sentirmi parlo a te
che ora vivi su di me
una pezza sulla vita
ed io ti porto con me
Sei su di me ed è per sempre
un marchio permanente
non posso fare finta di niente
a volte ti odio vorrei cancellarti
ma tocca ringraziarti
lo devo a te se vado avanti
Sei su di me ed è per sempre
un marchio permanente
non posso fare finta di niente
a volte ti odio vorrei cancellarti
ma tocca ringraziarti
lo devo a te se vado ancora avanti
rit: puoi sentirmi, parlo a te
che ora vivi su di me
la compagna in questo dramma
ma per fortuna che c’è
puoi sentirmi parlo a te
che ora vivi su di me
una pezza sulla vita
ed io ti porto con me

Su di Me — ATPC
inserito da Johmc

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook