13k+ testi hip hop italiani.

Luce
Bianco Scanto

♥ 1119

https://soundcloud.com/francesco-palazzo-2/luce


dopo te e un te-te-temporale c'è luce fre-ddo
polare ma a scaldarci c'è la luce che ricuce
la temperatura sale proprio come le scale
il sole cuoce rime calde salde dopo le piogge

e qui essa abbaglia anche se ha un pò di voce
l'asfalto nero bagnato splende un pò come la luna
luccica come la chica della vita ci illumina
di sera mentre viene investista dalle ruote

veloce come la voce che corre voci che corrono
come una conversazione con chi ti piace non è dolce
è capace di metterti in capa stronzate che corrodono
tanto qui io so solo uomo che le stronze dentro godono

fuori muoiono come vampiri all'alba
ma tu sei come un buco nero e attiri me il fotone
e questo mi entusiasma spaventa tanto che sudo e poi
appena ti sento perdo la pazienza e anche la calma

perchè sei sempre tu ma diversa si cambia
tipo effetto Doppler o colori nello spettro
aspetto adesso le prime luci all'ombra di Palermo
poi racchiudo nel mio palmo tutto il sole tipo gabbia

sposto la tenda lascio che entra dalla finestra
io disteso nel letto e la luce sul muro proietta
la mia ombra che fa da specchio e copia ogni mossa
poi sparisce la nuvola rapisce la luce che stronza

ascolta ora scotta ogni parola detta scotta
tipo la ardente fiamma oppure una bella cotta
o l'inscandescente magma e firma squaglia
brucia alla pronuncia del boom cha la mia facciaccia

e ad un tratto al tramonto noto che fa ciao ciao
ma non son pronto per un cielo rosso e nuvoloso
tempo afoso focoso io sempre teso steso sul pavimento
sguardo fisso al cosmo penso e resto un pò offeso e confuso

riuscirò un bel giorno a uscire da sto tunnel infinito
stufo mi ripeto in ciclo cambierò sto futuro infido
continuo dritto non invidio non mi fido e non imito
non guardo nessuno in faccia fanculo mi nutro di fastidio

cammino la cerco lei mi fissa mi acceca
ma piano all'aperto negl'occhi sguardo la vista
e mano in tasca non al coperto caldo intenso minchia
tranquillo tipo c'è freddo denso come nella vecchiaia

sembro na fuimmicula sotto la lente d'ingrandimento
mentre abbronza l'acqua non ci protegge anzi rinforza
ed è di gradimento come gocce in faccia dalla pioggia
luce che cade dagl'occhi sui tramonti di un volto

che piange un botto a dirotto un'altra fottuta volta
è necessaria luce per dare vita alle cellule
ma qui è assente man e stiamo al fresco tipo celle
non c'è manco legge è una jungla fitta col machete

è veloce ma tace e non mi piace quando
la devono tagliare è odiosa e accecante
come quando stando a taliare la gente ignorante
diventa seccante mi viene pure sete se canti man

se canticchi n'anticchia in cantina non filtra
individua trappole fatte a cazzè chi fila
come l'invidia la rende di colore verde tu gira
evita che se non c'è luce qua questa non è vita

https://soundcloud.com/francesco-palazzo-2/luce

Luce — Bianco Scanto

Inserito da Francesco Palazzo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook