13k+ testi hip hop italiani.

Tutto quello che ho dentro
Briga

♥ 5509

Marzo 2008,
Briga eccolo qua,
primo pezzo allo studio del capanna
Ci siamo,
siamo pure svegli

Ei ascolta che ti devo dire, troppe cose che non so ora da dover cominciare se cominciare me stesso davanti a Gesù Cristo crocifisso fisso io l'ho visto che preghi solo per te invece di me te ne freghi concedi grazie mille grazie mille pazzoe melaady prosegui tu in prima fila per cui dalla folla volante di una meriva tu investi chi mi si accolla alla deriva vicino alla Pattigia credevo di essere quello di prima ma l'atmosfera è sempre più grigia, e sai che grigia c ho la valigia pronta in camera insieme alle cubiste di bormigia e Paolo Bargigia commenta pure sta partita, io contro di te, è gia finita, tu contro di me ( fischio ) me gusta chica cazzi miei erba a prezzi di merda a pezzi di vita.
Non è mica una colpa se non ce l'hai il coraggio di procedere su strade che non hai visto mai, bisogna cedere, concedere, ricevere mai, semmai procedere con non eccedere, quello che succede a me quando mi trovi in una giornata storta. che ti riporto a galla ogni tipo cosa già morta e sepolta in una sorta di cervello prolifico, quando faccio il rap cambio l'aria del peso specifico sto livido è dovuto al brivido che provo quando io mi assidero col freddo gelido che non mi muovo, e vedo nitido e visto col mitico, mitico col coglione io manco ci litigo non lo considero e mi limito a commentare frasi su frasi, dedito a progettare senza avere basi su basi, ma in molti casi rimasi zitto ma quasi costretto a fare pippa per una questione di puro rispetto, e c ho rigetto per le istituzioni .per le istruzioni imposte, in generale o bene o male per le lezioni di vita che a 50 anni non l'ha manco capita da quelli che per 50 anni manco l'hanno vissuta a me chi m'aiuta risponde amandolo atto nella buca ronda nella mia testa come una bottiglia di Sambuca si risveglia lei di mattina col mal di nuca sputa dopo e suca prima la mia rima di benvenuta.

Rit.
Sarà che ho troppa voglia di andare sarà che non mi importa più di voler cambiare, sarà una sfida sarà che troppe volte la sfiga mi vede e grida quello è Briga, sarà che ho troppa voglia di andare sarà che non mi importa più di volerti aspettare sarà una sfida che troppe volte la sfiga mi vede e grida quello è Briga.

E ogni mattina sotto il letto io cerco tutti sogni che da prima sono scappati dal cassetto, progetto 2, 3 piani per evadere da queste favole, dove c'è sempre un cadavere, le profezie su queste tavole scritte, ste mille più peripezie scontiamole e state zitte, rimanete li silenziosamente attendete il vostro turno e non provate a sorpassare la gente, li in fila filate dritte e niente fiati niente afflati solo quiete per gli scalmanati, scantinati, in questo stato delle libertà l'unico strada vera è quella che argina la verità, e bada bene a quello che ti dico io me ne frego me ne sbatto il pene se hai problema di udito, conviene dirsi le cose finche uno non ha capito che se poi sei un bugiardo non ci puoi mettere il dito che te lo stacca il canino della bocca batti la fiacca e sbatti col tombino e attutisci la botta colpisci e sbotta in una risata sciocca agisci come pensi e non pensare che agisci da mignotta, e adesso tocca qui a non perdere la brocca quante volte da ora quante ancora ascolterai sta filastrocca dirotta 1 su 100 dimmi quanto tempo c ho per dirti tutto quanto quello che c ho dentro momento clou della vita vera batti le mani a tempo e ascolta ancora la mia ultima preghiera, stasera con l'asso nella manica che vale di una scatola cranica troppo piccola per ragionare.

Rit.

Tutto quello che ho dentro — Briga

Inserito da Gabry Mangiapane

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook