13k+ testi hip hop italiani.

Elaborazione di un lutto
Chef Ragoo

♥ 1456

Ora che la luce si è abbassata accendo le candele File di panche vuote nella cattedrale Il male che mi hai fatto Io ne prendo atto Tanto dio è un maiale e il destino non ha tatto. Il tuo funerale, un giorno come un altro E cosa se? Sliding doors, come Gwineth Paltrow. Corsi e ricorsi, morsi e rimorsi, gli sforzi non portano in alto Altri due sorsi di terapia al malto, la malta per costruire il muro Se non c’è futuro ed il passato fa male a pensarlo Mi chiudo, ti uccido, ti escludo. Vorrei mi stessi accanto ma tanto volere è soltanto un impianto mentale Ricordo il tuo silenzio il mio pianto il cuore che si è frantumato iniezione letale L’età che mi schiaccia, la faccia segnata da un’altro giorno speso a pensare Che tu non sei più viva, non nella mia vita ed è il giorno del tuo funerale. I vermi mi consumano il pensiero, i miei pensieri fermi creano scritte sopra il muro Il muro che si erge e quer gennaio si allontana mentre queste quattro mura qui diventano una tana. Tana come trappola, spappola le mie forze calcola che l’alcol mi accompagnerà nell’aldilà Dylan dice che i tempi stanno tipo per cambiare, ma sono quarant’anni che non vonno mai cambià Il boss invece dice semo nati pe scappà, tu non scappare dalla fossa che te sto a scavà Vorrei restare con te sempre in una vasca o in una banca col pezzo pronto tipo vallanzasca Ma fiuto co sta nasca che è finita e quindi basta, mi sbarazzo del passato, lo metto all’asta Ce sta che certe storie possono finire male, quindi dico una preghiera per me, al tuo funerale.

Elaborazione di un lutto — Chef Ragoo

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook