13k+ testi hip hop italiani.

Posso morì
Chicoria

♥ 3612

C'ho er sole alto in cielo
e non vuoi che ti lasci sola
me pare pure a me
è er giorno bono pe fa sega a scola,
con Uniposca in tasca,
sborro più che cò 'n conto in banca versione Gold
e n'è 'n film de James Bond,
quanno schioppa a parabellum è er bordello,
menomale che fino a mo ho usato solo er coltello
semo avversari tutti in ballo pei denari
tutti coi piani pe arriva 'a cassaforte
ma chi 'a spigne fori da qu'e porte,
senza fa rumore ner cuore d'a notte
e na volta che va bene uno 'n se tiene ce riprova
solo pe da prova che ogni vorta je viè troppo bene
t'ho rimesso n'arta vorta insieme con più na svorta
conviene de più farse de na mignotta
in zio Mario tutto er giorno ar giornalaro,
un cancro se l'è portato,
lui che m'ha 'nsegnato a riconosce 'r denaro falso
fatto bene ar solo tatto,
c'esco matto,
non stai più qui ma te vojo bene e ancora te ringrazio,
tu nipote Armando, quer pazzo.
-RIT
Sò i nomi de chi c'ho addosso,
quell'inchiostro,
er cielo che è ancora blu.
Pe mi madre e miei fratelli,
i miei cani e mi padre che mi guarda da lassù.
Allungo a mano te vojo pure a te su st'aereoplano,
quassù
stringimi se ce la fai,
ma sbrigati dai de tempo 'n ce n'è più.
-
Passa la pioggia e passa er sole,
passa er tempo e passa ogni situazione
e da quanno mi madre c'ha er bastone
che me sò ripromesso de non rifinì più in progione,
basso profilo non faccio più er cazzone
e me vedo davero co poche persone
scuci sti soldi e me vedi sotto 'e luci der tuo locale
ma j'accordi sò accordi,
du baci, l'autografi e già mè pijiata a male
coi clienti n'sò abituato a parlare,
sto monno è agoista e manipolatore
e me giudica perchè c'ho 'n testa 'n calcolatore
e 'n testa c'ho 'r terrore
de mettene ar mondo 'n artro come me
non un'ulteriore non ce faccio un cazzo cor superfluo
e se me vedi co què capezze addosso,
dai sò'n giocatore infatti bleffo
e pe rispetto de chi lavora non le offendo
ma se vai a rrubbà devi stà molto più attento,
che a volte rischi più che l'arresto,
e stanno qui con me
quelli che non ce l'hanno fatta,
chi pe na ragione e chi pe n'artra
io sto qui pe voi
tengo ancora 'a bandiera alta
-RIT x2
Sò i nomi de chi c'ho addosso,
quell'inchiostro,
er cielo che è ancora blu.
Pe mi madre e miei fratelli,
i miei cani e mi padre che mi guarda da lassù.
Allungo a mano te vojo pure a te su st'aereoplano,
quassù
stringimi se ce la fai,
ma sbrigati dai de tempo 'n ce n'è più.
-

Posso morì — Chicoria

Inserito da Emanuele D'Agostino

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook