13k+ testi hip hop italiani.

Ricordi
Chicoria & 1Zuckero

♥ 3202

[Chicoria]
Sto a cercà de agguantà flash su flash come cash su cash in una mano, sgrano, strizzo l’occhi invano, nun me c’è rimasto un cazzo in mano, stucco tutto lo stuccabile, quanno c’eri tu era tutto più facile, me rinchiudevi a studio quanno io preferivo er portafojo pieno e subito, in giro per quartiere c’ho fatto e radici co uno dei miei amici sul manubrio de a bici, nel suo marsupio c’ho tutto l’occorrente per farvi felici. Me sbroccavi perché nun volevi che vennevo quel veleno a tutte quelle serpi in seno, dicevi: DOVEMO FA I SORDI IN ALTRI MODI, ma continuavamo a mbeccarse nel solito posto do nnamo a spaccacce, a controllasse una pe una tutte ste facce, a stacce senza pace, avemo fatti tutti delle belle finacce e non ce so cazzi: i brutti vizi so duri a morì, ce semo rimasti in due dall’ultimo CD

[1Zuckero]
e io non c’ho più niente de bono da trasmette e te o devi ammette che d’ascortamme n’riesci a smette e n’vali er prezzo de un proiettile, è da un pezzo che fotto ste dinamiche fotte me nun è facile. Ho visto storie squallide consumasse al margine, scrivere le pagine di una fottuta indagine. L’immagine è nell’occhi, blocchi che abitavo, ogni ragazzo fatto schiavo da a bianca e dar denaro. Rapine pe da foco a quel cucchiaro, e me pare chiaro se qualcuno ne esce intero qua è più unico che raro, gioco ar rincaro e nun sgaro e da bravetta ar quadraro resto er pimp der pantaro è strano non faccio musica e nun so manco che significa ce sai come mi chiamo ma nun c’è er nome in classifica e l’unica certezza è che nun sarò na star, invecchierò dentro a un bar rincojonito dal Cynar…eh già

[Chicoria]
Il rispetto non si compra, e credenziali pe strada so a tua ombra, a precisone è l’unica e sola religione che conosco, er solito tizio losco cor lavoro sporco che qualcuno dovra portà a termine puntualmente cor termine abordato, v’ho scavalcato, prendo merda a un quarto del loro vero valore sul mercato e nun la tajo, la stendo nell’incarto, uscita dal pacco dritta al dettaglio

[1Zuckero]
e nun stridete e gomme, si chiappo spero proprio che non siano ne donne e ne bambini, c’ho a destra sul volante, amaro in gola e roma fori i finistrini, torna al posto che era nostro già da ragazzini e qua n’è cambiato proprio un cazzo a primo mpatto, so l’ultimo rimasto, io, sto stronzo e qualcun altro che sta ancora a piede libero e qua stamo in pericolo ma come faccio a dirtelo? Per strada basta un attimo e sei fottuto figlio di puttana
AMEN

Ricordi — Chicoria & 1Zuckero

Inserito da Andrea Caprett Caiazzo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook