13k+ testi hip hop italiani.

Inchiostro
Clementino

♥ 7042

Ogni testo che scrivo col sangue,
è n'altra jurnata ca ma pass
dopo tutte quelle notti in bianco,
io saprò riprendermi mai stanco,
guarda quand sent sto richiamo
che ma fa bastarda quann ho sonn
si diffonde tra le serate,
nelle luci metropolitane,

certa gente che crede ancora alle favole
io ho smesso da tempo di raccontarle
e anche di crederci che diamine
ci vado fino a dentro
come con le tane e i ratti
l'ombra della penna sul foglio si muove a scatti
quando la forza resta sempre merda e il cuore minchia
queste quartine fanno male
fra un colpo di cinghia
le mie parole tra lo smog e questo sole picchia
allora accendigli sto bob fra che lo ripiglia
mi perdo tra le lettere composte dall'inchiostro
per diventare un mostro
occorre il mare nostro
si frate per ongapp devi stare a posto
senza n'esse suoni e se ne cade il posto
dici che è distante si ma fra lo raggiungiamo
scrivo con il sangue appena sento il suo richiamo
e ma trova sempe chiu distante alla realtà
e sta musica fratmo ma va ava a piglia

ogni testo che scrivo col sangue
è n'altra jurnata ca me pass
dopo tutte quelle notti in bianco
io saprò riprendermi mai stanco
guarda quand sent sto richiamo
che ma fa bastard quann ho sonn
si diffonde tra le mie serate
nelle luci metropolitane

eppure oggi che si son fatte le cinque
dalla mia persiana si intravedono
colori dal giardino
il sonno arriva da dietro le quinte
chiudo gli occhi nascosto poi parto
come un viaggiatore clandestino
e poco na tua tuorn
non sacc ca ta suon
uscita n bress en bress
chi sa ca sa ricord?
restano in mente rime
la musica è il mio premio
passato senza fine
e seguire la stradaaaaaa
verso chi mi salverà
o chi sapp o u buon si ta tarisc ra fra
mentre tutto scorre io sono su a comporre
butto giu sta torre e chi è distrutto corre e ancora...

è... hai presente quel momento in cui ti senti molto giu?
non sai come...
quanta paranoiaaaaa... e cè solo una cosa da fare
manda via manda via manda via manda via di qua...

qui fuori è tempesta per la mia poesia
ma dentro cè questa ossessiva mania
è quello che resta la fine da qui
microfono che scalda gli animi al via

ogni testo che scrivo col sangue
è n'altra jurnata ca me pass
dopo tutte quelle notti in bianco
io saprò riprendermi mai stanco
guarda quand sent sto richiamo
che ma fa bastard quand ho sonno
si diffonde tra le mie serate
nelle luci metropolitane.

Inchiostro — Clementino

Inserito da Fabio Iena White D'Alessandro

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook