13k+ testi hip hop italiani.

Strade superstar
Clementino

♥ 2113

Da quanto tempo ci conosciamo, sembra ieri,
pistole ad acqua, cannoni, come bersaglieri,
progettando delle note al profumo di Jazz,
nelle bustine come bombole, fuga di gas,
appartati sempre nelle peggio situazioni,
senza capì niente, sotto effetto, capatoni,
le luci dei lampioni, panchine nei rioni,
e chi combatte ancora adesso, signore e signori,
dai ruderi del Sud Italia e gare di freestyle,
fin sopra al Nord, magica Iena segna per noi,
dicevano i ragazzi dei palazzi, negli studi di tatuaggi,
dentro i club, nei quartieri, quelli marci,
ma 'sto tempo adesso mi cancella le ferite,
se penso a me stesso mi stresso e dentro è dinamite,
e voi non mi capite, e fumo kryptonite, dal basso risalire!

Nelle strade superstar,
la mia musica nei bar,
e anche se abbiamo un'età,
ancora una lacrima,
da Napoli a Myanmar,
e t'ho facc fin a quand,
il sipario poi qui calerà,
con la gente che grida.

Da vivaci diventare poveri timidi,
iniziare a riconoscere i propri limiti,
una vita a fare il rap, il rap a salvarmi la vita,
come spray senza fatcap e senza dita,
a 'sto giro fratellino si punta più in alto,
come reti di 'sto bomber, di punta e di tacco,
il riscatto di questa città che sta affondando,
chi distratto dalla società che sta affogando,
qualche amico è rimasto e qualcuno è partito,
una fila di pazzi girava nel vico,
io sorrido perchè è da qui che tutto è iniziato,
scavalcavo il cancello e non ero autorizzato,
dedicato a chi sta sempre cu mme,
ra matina dice chissà mo comm cazz se scet 'o bè,
so semp Maccaro Clemente,
paccher in aument, sound ca spavent,
ngopp 'o beat e dint 'a l'impiant.

Nelle strade superstar,
la mia musica nei bar,
e anche se abbiamo un'età,
ancora una lacrima,
da Napoli a Myanmar,
e t'ho facc fin a quand,
il sipario poi qui calerà,
con la gente che grida.

Dedicato 'e frat mij cà stann semp' chiù vicin ind' e mument re' difficoltà!
Sò asciut 'a sta malatìa ca m'ha mannato miezz' a vìj
M' aggio scetat e mò c'amma salvà.
Scrivenn ngopp 'e beat e fogl e rim rò '996 Clemente Iena One
'O Core m'mano Mammà po' Patem' ca sta ccà, tutt 'e guagliun ca me vonn' sentr' e cantà.

Dalla tana Tritolo cassè mo fann n'at,
stat senza pensier comm a chi TheRivati,
'o vir 'o Sud Italia, frà, mo ce l'amm pigliat,
amm trasut prepotentemente 'a carr armat,
ci troveremo come Rapstar,
a bere delle birre con zio Sal,
semp fianc a fianc, ndo ben e ndo mal,
quand arriva 'a band vuj ancora zumbat e cantate.

Nelle strade superstar,
la mia musica nei bar,
e anche se abbiamo un'età,
ancora una lacrima,
da Napoli a Myanmar,
e t'ho facc fin a quand,
il sipario poi qui calerà,
con la gente che grida.

Strade superstar — Clementino

Inserito da Vale Retro

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook