13k+ testi hip hop italiani.

I Giorni Di Babilonia
Cor Veleno ft. Piotta

♥ 1399

Primo:
Era dove cominciava la storia, era dove c'era Giorgio, la mia mente in un bel viaggio, e c'era Babilonia;
io che mi perdevo dentro gli autobus di Mamma Roma,
un dramma, stamattina devo farcela ad entrare a scuola;
minacce non potevano convincermi,
i venti d'oltre oceano che soffiavano all'inizio finivano lì;
ero già lì anche se il freddo era deciso a pungere,
per assaggiare i primi sorsi di inquietudine;
eppure stavo lì e anche uno zero mi valeva gloria,
lì, a Via Del Corso c'era il Rap fuori da Babilonia;
era la magia dentro l'hi fi,
la strada mia che se oggi vive è perchè allora c'erano quei focolai; (ahi) poi non so altro, si spinge oltre un' etichetta e si riassume dentro un solo sguardo; per i miei solo una fissa passeggera, solo che oggi non sarei ancora in campo con le tigri a schiera.

(Rit.)
Una passione che dura da allora,
nessuna foto può darti la storia,
scritta nei giorni di Babilonia,
fuori dai muri di Babilonia;
la mia passione che dura da allora,
sopra un microfono e un disco che suona;
il sottofondo per muovermi ancora,
quello dei giorni di Babilonia.

Piotta:
Numeri in grande che porto sulle spalle,
o in Vespa 50 se guida Rock Grandi;
sul colle più alto, più alti sotto al cielo,
è giunta fino a qui l' eco del loro assedio;
Cor Veleno, the best disco in town!
La robba più "fresh" come la merda a Chinatown;
sound underground, un dj al controllo,
Squarta, sai perchè qui non c'è decollo?!
Dove c'è scena che spinge e supporta,
qui gente al culo spinge come una supposta; la posta in palio è chi salva questo suono, in Francia e Germania io l' ho visto al volo; uomo, 'sto suono è in mano a menti intelligenti, qui a re fetenti in stati deprimenti; me senti, arivo, l' ho già chiesto a me stesso, la posta, Primo, è chi stura mo' sto cesso!

(Rit.)
Grandi##:
Tutto questo fa parte di me, è imprescindibile, come un writer che deve dipingere;
ricordo Real Chill Posse, LTA ed Erik,
Eolo Funky, gli MTC e Quick E;
ricordo video che non venivano passati,
pomeriggi da Goody Music, Paid in Full, Eric B & Rakim;
dischi da paura e foto in copertina
che oggi lo so non varrebbero una lira;
ma erano loro gli eroi,
e i ghetto blaster a Piazza Colonna e la folla per i b boyz; non li dimentico, è da qui che provengo ogni attimo, ogni volta che stringo un microfono; stringo il passato, me stesso nel tempo, tutto è cambiato, niente è cambiato dentro; ai chiodi della memoria, e dedico a Crash Kid e Giaime i giorni di Babilonia!

(Rit. rip. più volte)

I Giorni Di Babilonia — Cor Veleno ft. Piotta
inserito da Primo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook