13k+ testi hip hop italiani.

Amic Nemic
Co'Sang

♥ 10848

NTO’

Cumpa’ io non scendo più a Poggioreale
A meno che non mi accompagni una ghirlanda floreale
o un’ urna funeraria
Quel reato, poi fuggimmo in Irlanda
La copertura era il call center dello Sri Lanka
Consegne di zucchero per i Coreani nei pacchi di lacca L’Oréal
Sempre leale, stesso tavolo nelle cerimonie
Ma davanti a una proposta non ho sentito rimorsi
Che vuoi da me? I soldi sono come il limone nel caffè:
tolgono i mal di testa
Dopo che ti sei dileguato e hai tolto i guanti è tale e quale
Tuo suocero mi è sembrato strano nell’androne della scala,
tornando da aver preso la pensione
ha fatto i passi lunghi fino all’ascensore
Lo sai come funziona, la menzogna non è solo finzione
E l’intenzione mia è di leader e dividere il comando
Chi, dove, perché, come e quando
Abbandonare la mentalità antiquata
O sei avversario o sei seguace
Sai che penso? In verità non mi pento mai dell’avidità,
le cattiverie non puoi sempre vendicarle
Nella mente vedo una sequenza, l’eco del martello della sentenza
Le querele, i sequestri, il carpentiere che cadde nel cantiere
L’antenna, il lampeggiante, la testa abbassata con forza
urta la carrozza e si gonfia, mia sorella come una ventosa
E ora mi hai chiesto di venire in fretta
alla pompa dell’Esso sull’ Asse Mediano
Mi serve una pippata per non far intuire lo stress….

RIT

Amico – Nemico Amico – Nemico
Amico – Nemico Amico – Nemico

LUCHE’

Le luci blu , quando attraverso i posti di blocco
le vedo dal parabrezza , i pezzi nello sterzo ,
non ci ha fermati in tempo nel Q7 , o prima sulle biciclette
sempre insieme , divertendoci alle spalle di chi andava a scuola con le cartelle
Noi bambini del rione , ci inventavamo i giocattoli ,
una cerbottana divento' mitraglia , in una chiusura di palpebre ,
guardando il sole attraverso i rami degli alberi
soffiamo nei guanti di lana e contempliamo la povertà in cui cresciamo
Panchine , piumini e facce pulite vendendo droga fuori agli asili nidi ,
Tu sapevi che papà mori il giorno stesso che usci,
e io so che una volta sotto terra , la tomba tua sarà di fianco alla mia
Volo' il tempo , dal passaggio tra ladri di macchine a macchine da guerra,
era il periodo delle Superga
Ed io sempre pronto con un cuscino per un'esecuzione
e la pala per una seppellione , i pali prestano attenzione
alla disinvoltura con cui dipingiamo le stanze di rosso
Forzati a estorcere per soldi ed un futuro ,
fin quando , mi baciasti come Giuda , mi comprasti una Triumph
come se non fossi furbo da capire che mi hai venduto ,
Strano ! Tu eri il crocifisso e io la collana !
I Cavalieri delle Rotonde di Secondigliano
Le lacrime si dissolvono da sole
Sono un angelo del peccato ma da domani volo con un' ala sola

BRIDGE

Non accetto un altro giro
di lancette che mi uccide
Non accetto un altro giro
di lancette che mi uccide……

Amic Nemic — Co'Sang
inserito da kk

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook