13k+ testi hip hop italiani.

Parenti
Dargen D'Amico

♥ 1207

Quando mi guardi a cosa pensi? penso agli eventi e che siamo tutti parenti.
Se il primo uomo è stato uno, siamo parenti, siamo fratelli di ognuno.
Quando mi guardi a cosa pensi? penso agli eventi e che siamo tutti parenti.
Se il primo uomo è stato uno, siamo parenti, siamo fratelli di ognuno.

Prima dell'uovo della gallina nasce una stella santa che ci partorisce col sorriso già vestiti, già un metro e ottanta
con in sottofondo un leggero istinto di sopravvivenza che ci invita di mangiare al Mc, di bere il vino della mensa.
Tu ci rivedi in me, chi vedi? ad occhio nudo vedo un teschio, però te lo dico meglio domani.
Però se muoio non esco, allora facciamoli ora due calcoli vale davvero la pena, passare tutti i sogni a guarire la vita terrena
e dimenticarsi dei ponti della parentela che accomuna tutti i corpi.
E non esagero, giuro, nell'atmosfera via via che si evolve il rito del convenevole.
La pulizia, il sesso di qualcosa di più responsabile, consapevole sullo schermo di un telefono.
E sai che dall'altra parte probabile c'è un tuo parente che recita una parte
e poi affacciarsi dal frigo in una stanza senza finestra, chiedere alla luna al neon se la famosa vita era questa.

Quando mi guardi a cosa pensi? penso agli eventi e che siamo tutti parenti.
Se il primo uomo è stato uno, siamo parenti, siamo fratelli di ognuno.
Quando mi guardi a cosa pensi? penso agli eventi e che siamo tutti parenti.
Se il primo uomo è stato uno, siamo parenti, siamo fratelli di ognuno.

In principio ci sono solo pareggi e parcheggi liberi, poi passa una buona dose di vento e di tempo tra gli alberi.
Ecco i mesi nei quali l'ovaia si adatta, il ciclo è la controprova che i mesi sono una suddivisione esatta.
Poi l'Africa trova la via, la vita scendono gli uomini iniziali prima del servizio di leva, prima dei ceppi razziali.
Tu mi assomigli fratello mostrami se anche il tuo sangue è rosso, certo che siamo in due ma non ti conosco mi levi le mani di dosso.
E poi la monarchia o se preferite la democrazia, comunque hanno fatto più vittime per esempio dell'anarchia.
E l'invenzione del denaro per pagare l'assicurazione che è alquanto una contraddizione come la sottrazione.
Perché non siamo mortali, non siamo morali, più semplicemente non siamo.
Tutta la vita bussare alla porta delle banconote signori possiamo, spermatozoi per sempre: schizzati, scazzati, viziati e viziosi.
Liberi nel senso del tempo libero delle domeniche in cui ti riposi.

Quando mi guardi a cosa pensi? penso agli eventi e che siamo tutti parenti.
Se il primo uomo è stato uno, siamo parenti, siamo fratelli di ognuno.
Quando mi guardi a cosa pensi? penso agli eventi e che siamo tutti parenti.
Se il primo uomo è stato uno, siamo parenti, siamo fratelli di ognuno.

Parenti — Dargen D'Amico

Inserito da Paride Rapino

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook