13k+ testi hip hop italiani.

INTRO
DEMA ft. LILLO

♥ 914

LILLO:
Senti sta mina, bro, sono allergico agli sbirri ed è per questo che prendo l'antistaminico,
non mi limito mai ad un solo genere, solo la chiastai spezzata nel portacenere,
flow drago, senti sta mina, su coda di paglia, io sputo fuoco, datemi benzina,
non fate gli spessi, che siete messi come Messi, quando c'era Ronaldinho al barça: Panchina.
DEMA:
C'ho troppe para ma dicono che la vita è troppo cara, ma se inizia a pippare capisci che è più amara
impara bro, gira solo con quelli che insegnano, stiamo giganti del rap bugiardi che dopo ti calpestano
ma ognuno è bravo, quello che fissa quello del rap italiano, il tipo emergente che se non sa cosa fare, non perde tempo a studiare, scrivi il mio nome sulla rubrica: Dema, quello che sa rappare, quello che ammette che se la tira, è perchè lo può fare, ye.
LILLO:
Tripla L, flow pesante, tu stampelle, ti passa sopra un elefante,
ne so delle belle, il bello è che ne so tante, tu fai le marachelle, io ... col market,
tu mangi le caramelle, perchè le cicce sono care, io prendo pasticche amare, per evitare le carie,
a quanto ti pare, le pare distruggono chiunque, puoi rappare quando ti pare, ma non arrivi al dunque.
DEMA:
Non c'è problema se rappo un poco più lento, se, non c'è problema se solo con un .. ti spengo,
tu che parli parli ma ascolti soltanto gli altri, io corro d'avanti,
dove se sputo non ti raggiungo, no, tu fai tracce omo, io arrivo diretto al punto bro, tu che canti, canti ma da me che prendi spunto yo,
se vieni su a Milano ti fai .. anche d'estate qui giro sempre con lo snow.
LILLO:
Che cazzo dici che spacci bro, che se ti lascio di sasso, i tuoi fra ti schiacciano,
lo so che non ti piaccio, ti regalo una sega, mi fa una sega per avere un omaggio anche il ..
13 anni sverginate troppa fretta, di questo passo a 25 anni saranno ..
e poi dicono di volere una storia come romeo e giuletta, senza sapere che ci furono 6 morti, e durò 3 giorni.
DEMA:
Ah, Dema, sotto chi a tocca, la febbre da cavallo e la metrica che galoppa,
c'è il flow che fa da sponda, se è una spalla che è già rotta, ti vedo sveglio mi sa di botta,
ti insulto non so chi sei, a questa traccia metti play, flow da senzei, quale casanova è casa gay, non è che me la tiro, sto con i piedi ma indosso le scarpe degli Dei.

INTRO — DEMA ft. LILLO

Inserito da Marco Fanelli

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook