13k+ testi hip hop italiani.

Asociale
Desto

♥ 2187

RIT.
Dunque,
con me puoi rinunciarci
perché tanto non cambio:
sono asociale, penso ai cazzi miei.
Io con il vostro mondo non c’entrerò mai un cazzo.
Sono asociale: solo cazzi miei.
Se sono insieme a loro,
mi sento anche più solo, quindi
sono asociale per i cazzi miei.
E tutti questi stronzi che interpretano un ruolo
sono amici tuoi, non amici miei.

Quand’ero piccolo avevo il sorriso stampato,
felice come chi è col filo sempre stappato.
Mia madre ha pianto pure in tour
quando a me serviva un chirurgo
perché il sorriso me l’hanno strappato.
E stra grato, da un lato, a chi mi ha urlato “sbagliato”,
mi hanno sempre additato come uno spostato.
All’inizio ci soffrivo perché sai da adolescenti
capita perfino che offendano i complimenti.
Facevo cose strane, tipo leggere il Sabato notte
o, che ne so, mettermi a scrivere pure su nove.
Mi prendevano per culo per le rime
piuttosto di ringraziarle per non aver tolto vite.
Per cui non datemi amici, datemi fogli
tenetevi i soldi, datemi i sogni
di modo che non possa più pentirti a posteri.
Apri le orecchie e ascoltami:
se sei normale non ho voglia di conoscerti.

RIT.
Dunque,
con me puoi rinunciarci
perché tanto non cambio:
sono asociale, penso ai cazzi miei.
Io con il vostro mondo non c’entrerò mai un cazzo.
Sono asociale: solo cazzi miei.
Se sono insieme a loro,
mi sento anche più solo, quindi
sono asociale per i cazzi miei.
E tutti questi stronzi che interpretano un ruolo
sono amici tuoi, non amici miei.

Non ce n’è uno che non dica
“Come me non c’è nessuno”,
eppure a me sembrate stronzi usciti dallo stesso culo.
Cambiasse almeno il profumo io dico,
invece manco a dirlo,
pare che Dio li caghi dopo aver mangiato schifo.
Non dirmi “Non lo sei anche tu? Tu forse di più”
Io non vedo più persone, ho solo dejavù.
Tutti con gli stessi schemi,
non mi chiedete di distinguervi perché per me siete cinesi.
Li guardo dentro gli occhi, li sono da cima a fondo,
ci separa mezzo mondo,
come tra Cina e Congo.
E non lo so se questo è giusto o no (no),
ma ti prometto che finché vivrò,
me ne resto in un angolo ad odiare tutti,
con il cuore in frantumi,
perché chi è nato per il mare non può amare i fiumi.
Forse questo è un richiamo per gli altri cuori vuoti
perché so che siamo tanti, ancora pochi.

RIT.
Dunque,
con me puoi rinunciarci
perché tanto non cambio:
sono asociale, penso ai cazzi miei.
Io con il vostro mondo non c’entrerò mai un cazzo.
Sono asociale: solo cazzi miei.
Se sono insieme a loro,
mi sento anche più solo, quindi
sono asociale per i cazzi miei.
E tutti questi stronzi che interpretano un ruolo
sono amici tuoi, non amici miei.

Resto in un angolo ad odiare tutti,
con il cuore in frantumi,
perché chi è nato per il mare non può amare i fiumi.
Perché chi è nato per il mare non può amare i fiumi.
Perché chi è nato per il mare non può amare i fiumi.

Con me puoi rinunciarci
perché tanto non cambio:
sono asociale, penso ai cazzi miei.
Io con il vostro mondo non c’entrerò mai un cazzo.
Sono asociale: solo cazzi miei.
Se sono insieme a loro,
mi sento anche più solo, quindi
sono asociale per i cazzi miei.
E tutti questi stronzi che interpretano un ruolo
sono amici tuoi, non amici miei.

Asociale — Desto

Inserito da OfficialCr4sH

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook