13k+ testi hip hop italiani.

Take This
Don Diegoh

♥ 2317


(...vai...yes!...ah-ah!...Macrobeats!...Double Deck!...Don Diegoh!E va così!Ah!...Audioplate.com!...K-R Massive!Va così!)

(Don Diegoh)Io porto dentro la tua casa,(cosa?)i sogni nel cassetto di chi passa notti insonni nel realizzarli in breve tempo,il sudore di chi siede 10 ore in un call center,si prende i vaffanculo di un cliente e non può dire niente,la rabbia di chi ha rinunciato a una passione,impotente di fronte agli effetti di una malattia e per di più,rosica e bestemmia per la delusione,di vedere chi ha un talento prenderlo e buttarlo via,ma quaggiù,è paradossale se il tuo posto al sole,ce l'hai di sera quando metti su rai3 in tivù,questi giorni sono storie,sui visi vedo scorie,queste notti sono cronache di risse e sparatorie,(cumpà!)l'amore non c'è più,pareva tutto bene ma,ti ha lasciato ed è scappato con la tua tranquillit,magna mind quim samba più jest last one,la forza la dimostri nelle difficoltà!

-rit.1(x1) Se resti qua,qua! Tra chi viene e chi và! Tra chi vuole e chi dà! Tra finzione e realtà! E non m'importa chi sa! A me importa chi dà! Tu vuoi fermarmi? Nah! Per me ogni stop è uno start! E sono qua,qua! Tra chi viene e chi và! Tra chi vuole e chi dà! Anche quando non và! Vuoi giudicarmi? Nah! E' la mia vita si sa! La metto a tempo sul clap e suona "Real hip-hop!"

(Don Diegoh)Io porto dentro la tua casa,(cosa?)le occhiaie di chi aspetta l'alba,in cuffia sente i suoni per un'altra base marcia,la faccia che oramai è coperta da chioma e barba,traccia nuove linee di basso sul pentagramma,eh già,chi ama la musica vuol vivere di lei,non importa se si arrangia e sposta ciò che arrangia,i suoi programmi quotidiani sono solo su un display,da tempo fa progetti,sì ma solo sul Cubase,il resto và in delay,pensieri come file,che non puoi rimpicciolire con un tasto in un momento,se 'sta musica l'hai dentro,non vuol dire che ce l'hai,dentro la piastra di un hi-fi che sblasta vetri e pavimento,porto gambe e mani tagliate di chi il cemento,lo usa per fare murate buone per i writer,porto gambe e mani tagliate di chi il cemento,lo bagna col sudore mentre balla per le strade!

-rit.2(x2) Ed è più facile mollare che restare qua! Pure quando fa male guardare questa realtà! A volte sembra tardi per cambiarla,ma! Per ogni giorno in cui si scende,un giorno poi si salirà!

(Don Diegoh)Porto la nostalgia Brasile,di chi a casa sua ci torna ogni anno bisestile,e sotto un altro cielo senza fede nel vangelo guarda un'altra luna uscire,non prega perchè sa che tocca agire per un fine,porto paranoie scritte in piccolo sul moleskine,da chi è troppo fragile per dirle a chi non può capire,e tocca scegliere un linguaggio per descrivere il dolore è pure muto,ma vuole farsi sentire,porto il mio complesso giovanile che adesso,ho messo via come Liga e penso solo a figa e sesso,scherzo!ti porto i divanetti su cui spesso consumandone a mezz'etti,noi,quante ce ne siamo detti,si perdono gli affetti per gli errori che commetti,rimangono gli aneddotti che poi racconti a terzi,porto le mie pantere,i nomi sono gli stessi,anche se ormai con più di uno ci comunico a gesti!

-rit.1(x1) E resto qua,qua! (...)

Take This — Don Diegoh
inserito da RebelKire

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook