13k+ testi hip hop italiani.

Puerpera
Dondiego ft. Dj Impro (scratches)

♥ 777

Ho visto le tue mani rischiare di non plasmare il domani. I tuoi occhi cercarmi per un abbraccio negato per anni. Il tuo viso farsi a forma di triangolo, il tuo corpo trascinarsi a fatica fino al tavolo. Lontano pensavo a quanti libri avevi letto. A papà che ogni mattina ti svegliava e ti trovava peggio. Hai chiuso la tua vita in un cassetto prima di raccontarla in ogni poesia che hai scritto. Non sorridi e desideri andare via. I tuoi sogni spariti proprio come te nei tuoi vestiti. La tv da più di un nome a questa malattia. Le vie per uscirne sono mille. Mamma prega i crocifissi ma la forza per riuscirci la trovi in un fratello che per mesi sta al tuo fianco ad accudirti / nei suoi occhi sedicenni troppo tristi che stentavano a capirti e hanno saputo capirci. Noi due pronti a ferirci. Tra noi troppi conflitti, che basta una parola per chiudersi o per aprirci. Qui sangue chiama sangue, mente chiama cuore ma il cuore quando vuole mente e finge di non sentirci. Prendere il telefono per chiedere di te. Senza il coraggio di scendere per vederti. Chilometri distanziano il mio orgoglio dal tuo mondo che ora è. La stanza in cui sei chiusa a consumarti.
RIT:
Sono passi che non fanno rumore mentre cammini. Il vento di Novembre moviementa le tende e fai fatica ad alzarti dal materasso in cui dormivi. Ormai non esci, non parli, non sorridi, non scrivi. Il freddo penetra i vestiti, punge nella pelle. Tu ne senti il doppio e nutri odio per la gente che cerca di darti calore in gesti e parole ma resti spenta e nei tuoi occhi non c’è luce ma dolore. Il freddo ha gradazioni di colore troppo scure. Io prendo le mie cose e scendo con il primo treno e di quel viaggio mi ricordo le paure e lo sforzo di immaginare come fossi adesso/ torno a casa e all’ingresso ti vengo incontro ed ogni mio discorso si blocca perché lacrime mi scendono dal volto. Ma le blocco e ti vedo alle soglie dei diciott’anni sorridere, gurdarmi e salutarmi. E ho visto le tue mani rischiare di non plasmare il domani. I tuoi occhi cercarmi per un abbraccio negato per anni. Il tuo viso farsi a forma di triangolo, il tuo corpo trascinarsi a fatica fino al tavolo. Lo sento che non mollerai cosi, tu sai combattere. Che dentro te qualcosa sta gia per rinascere. Quel giorno in cui ti ho vista ho trattenuto le lacrime. Ma adesso che ho finito questa strofa posso piangere

Puerpera — Dondiego ft. Dj Impro (scratches)
inserito da Audioplate Records

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook