13k+ testi hip hop italiani.

Il solito… ma non tanto (feat Damaxx)
El Marsica ft. Damaxx

♥ 618

1a strofa: Sono le storie del rapper col ciuffo / del Boby Solo dell’hip hop senza baggy e senza baffo, / canto, rappo e non fa differenza / ma sta musica fa troppa interferenza nella vostra indifferenza quotidiana, / condita da storie passite / dai sentimenti condivisi tramite un computer, / da qualche tempo ti deprimi e ti riassumi / e se la musica è la droga sarà poca quella buona che tu assumi. / Il solito ma non tanto, / adesso faccio contrabbando sano di emozioni e il rap mi sta invecchiando, / solo complimenti a chi mi sta davanti / la gelosia è il riflesso dei nostri fallimenti. / Il solito ma con un po’ più di saggezza / e non tendo a sminuire ogni singola grandezza, / la mia scelta è stata fatta: / io, la mia testa, la musica e la vita si riscatta.

Strofa Damaxx: Sono il solito rapper fanatico, / il solito dispotico che non divide il companatico, / il solito Mc poco diplomatico, / con la solita musica che lascia segni di pneumatico. / Damaxx il solo re dei necrologi / come al solito ho più tic di un negozio di orologi, / il mio rap è spazzatura per i netturbini / e tutti i vecchi andavano uccisi da bambini. / Sono il solito rapper portavoce dei rapper, / il mio suono fa arrossire la marmitta di un chopper, / il solito che sorride solo per mostrare i denti / perché per la natura siete tutti imbarazzanti. / Sempre il solito come al bar dietro l’angolo, / i soliti video tutti uguali è la fiera del grandangolo. / C’è del marcio anche qui Amleto, / andate a vendere pazzia altrove siamo al completo.

Ritornello: Ogni qualvolta che qualcosa ti turba / sorridi perché l’allegria il nemico disturba. / La testa su devi tenerla sempre, / la testa su per non sentirti un verme.

2a strofa: Non faccio rap autoreferenziale / ma musica che viaggia su di una corsia preferenziale, / sono nel mezzo di un sistema che l’arte vera taglia / in cui il culo di Belen è la faccia dell’Italia. / Vivo dove ti assassinano i sogni, / ti uniformizzano i giorni e ti storpiano i contorni; / e so cosa vuol dire andare in panico / per tutte quelle volte che ho posato gli occhi nel mio portafogli. / E non è il rap delle pistole / e dal 96 che quelli come me stanno aspettando il sole, / continuo a farlo, / nonostante dopo uno showcase mi pagano con 4 Nastroazzurro . / Cibo per l’anima e la ingozzo, / ho così troppe parole in gola che mi strozzo, / aspetto che il giudizio arrivi dagli dei / e non mi hanno mai condizionato i peli pubici di lei.

Ritornello

Il solito… ma non tanto (feat Damaxx) — El Marsica ft. Damaxx

Inserito da Marco Stuta P Cellamare

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook