13k+ testi hip hop italiani.

Ferro E Fuoco
Enmicasa

♥ 1208

Gep:
In situazioni da cappio di sicuro io scoppio
produttori di oppio con il soldi al raddoppio
finanziati da un porco, io non centro ma scappo
vado sempre al rovescio, vivo un modo da piscio
spingo avanti ma striscio, ho le prove non mento
sotto tiro attento, in quel portone non entro
una pausa e sorseggio, uno spray e danneggio
ma la cosa che è peggio, è che la guerra è del greggio

Tave:
Dove tutto costa caro e ha un prezzo
ho il ritmo e il mezzo, fisso la TV ho ribrezzo
il quotidiano lo spezzo, mi appresto, mi attrezzo
il tuo fuoco lo apprezzo, se non scalda disprezzo
non trovo più il verso, in questo mondo perverso
cosa può, rendermi diverso?
semplicemente me stesso, non ho tempo ma aspetto
analizzo l’omicidio perfetto

Rit. x 2

Ti guardi e ti domandi cosa cambia
è la rabbia quello che cambia
mettiamo a ferro e fuoco la tua casa
rivoluzione nella tua plaza

Tave:
Fuori dal mio io, illuso dal mio Dio
lo porto dentro, esplodo colpi dall’oblio
per la strada un’armatura mano in tasca e tolgo la sicura
fumo per distrarre la paura
vogliono spacciarmi per pura la roba più impura
falsi ideali sottoforma di cultura
nell’aria odore di congiura il cielo che si oscura
sarà ma il tutto non mi rassicura

Gep:
Scendo per la strada e controllo
ho il fiato sul collo, ansioso non crollo
marchiato da Gnollo, fa male non mollo
una stretta al collo in preda a un demonio
il nostro patrimonio, guerra sangue e odio
underground guerriglia rima da battaglia
enmicasa mi famiglia, nell’aria smoking brho sensimilla
va tutto a puttane basta solo una scintilla

Rit. x 2

Gep:
Non posso farne a meno di quello che faccio
ma il mio cammino è disturbato da un pagliaccio
nella vita mi arrangio sudo quel che mangio
ed è per questo che più ho coraggio
faccio tutto da me la domanda la risposta ed il perchè
ed è per questo che faccio per tre
ma qualè in ogni situazione cè un se
e tempo per pensare non ce nè… non ce nè…

Tave:
Resta solo un nuovo sogno a pugni in faccia con l’orgoglio
distratto, da ciò che voglio
ciò che voglio e non perdere il controllo
la stringo tra le mani e non la mollo, sul bilico barcollo
resto in piedi finchè posso, quanto posso
resistere sul limite del fosso
di un’altra vita me ne fotto
quanti giorni in cui rimango sotto prima o poi sbotto

Rit. x 2

Ferro E Fuoco — Enmicasa
inserito da Russel

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook