13k+ testi hip hop italiani.

Non Potete Capire
Fabri Fibra

♥ 8654

M'hanno creato a tavolino
Sono come un robot di plastica in camera di un bambino
Che all'improvviso rompe i giocattoli e fa un casino
Gli resta poco, si guarda allo specchio
E vede un adulto poi prende fuoco
La casa crolla e finisce il gioco
Era il mio scopo, era il mio scopo

Rit. Vi distruggerò (non potete capire)
Vi distruggerò (non potete capire)
Meglio se scappate (non potete capire)
Meglio se scappate (non potete capire) (x2)

Giro con di fianco un alieno che mi dice
"Non mi sembri tanto felice"
Sono in missione per conto di Dio
"Ma Dio non esiste e tu, amico mio
Meriti di meglio", hey ti ringrazio
Sono di ritorno dallo spazio
Ho appena ricevuto dei superpoteri
Il mio nome in codice è "Testa di cazzo"
M'hanno creato a tavolino
Sono come un robot di plastica in camera di un bambino
Che all'improvviso rompe i giocattoli e fa un casino
Gli resta poco, si guarda allo specchio
E vede un adulto poi prende fuoco
La casa crolla e finisce il gioco
Era il mio scopo, era il mio scopo

Rit. x2

Io non ho gli stessi tuoi problemi
Sono stato rapito dagli alieni
Ora leggo i codici, sento le voci
Studio gli acidi e ascolto i Prodigy
Non lo vedi, io voglio spaziare
Giro sulla mia navicella spaziale
Vedo Marte, faccio arti marziali
Mi trombo le marziane e dico "Vengo in pace"
Vengo in pace, raga, vengo in pace
Voglio tutti nudi come a casa Versace
E se qualcuno dice "Io conosco Versace"
Vuol dire che agli alieni sta merda piace
Quindi prendi l'aliena e portatela in cameretta
Spegni la luce e accendi la candela
Saltale sopra, tienla ferma con la mano
Finché non senti che fa "Piano! Piano!"

Rit. x2

La bugia galleggia nello spazio
Ma la verità è sempre e solo una
La verità è che l'uomo pensa col cazzo
E nessuno è mai andato sulla luna
Me l'ha detto un alieno che mentre parla
Dalla bocca gli esce una strana schiuma
"L'uomo non è mai stato sulla luna
L'uomo non è mai stato sulla luna"
M'hanno creato a tavolino
Sono come un robot di plastica in camera di un bambino
Che all'improvviso rompe i giocattoli e fa un casino
Gli resta poco, si guarda allo specchio
E vede un adulto poi prende fuoco
La casa crolla e finisce il gioco
Era il mio scopo, era il mio scopo

Rit. x2

Non Potete Capire — Fabri Fibra
inserito da Fibroga90

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook