13k+ testi hip hop italiani.

Quelle spacchio di mani
Fabrizio Kintaro

♥ 701

Vivo la vita che vivo attaccato a un filo figlio dello stilo
Padre della biro dillo che ti ispiro fammi capire se mi odi
O mi ami I soliti mali cristiani stropicciano i miei piani
Amici vicini o lontani non sei nessuno se non alzi quelle
Merda di mani fallo al più presto rispetta il più onesto
L’ultimo rimasto spesso sprango porte di ingresso
Il mio rap è un manifesto della fatica dell’impegno nella vita
Alla faccia di chi ha detto fa cacare solo per invidia leccate il culo
Ai media assaggia vera perfidia porto acqua alla sidra
Riempo a salve il tuo mitra champagne o vino per chi si allitra
Pane per chi non vuole da bere la presenza di un mastro in questo mestiere la fotta di un carpentiere prendono il master ma non arrivano ad avere il mio sapere

REFRAIN

Bloccati dalle radiazioni tv da dietro un vetro vendono il di dietro
Il gioco è oscuro e tetro ogni pezzo un avvelenata perchè vedo quello che vedo con le mani alzate sclerano per scoprire il segreto che poi sta nell’atteggiamento nell’abilità nello scegliere l’argomento è tutta una questione di testa tanto meglio se la unisci al divertimento mi sembra evidente a chi gliela annachi col tuo fare intraprendente rimani il king di un cazzo di niente non ci arrivi che il problema è che non ti considerano minimamente una persona decente non basta flow motion bring emotion tutto si riduce alla potenza del tuo subconscio a quanto ti sfrutti a come e quando ti butti questo suono è naturale e la natura da solo buoni frutti

REFRAIN

Basta coi film a puntate chi sono? di certo sarò qualcuno ma non ve lo ricordate oggi tutti vivono le strade poi iniziano a parlare il dialetto e mi faccio i flash quattro risate troppa inflazione rap come si deve per portare avanti la tradizione non studio dizione rappresento catania nella sua peggione situazione sono l’hip hop comprensivo della frustrazione degli anni d’oro fuori dalla crew volevo andare avanti solo e so che le mani sono la soluzione a tutti mali se le alzano siamo bravi se le agitano vuol dire che siamo animali bestie che non si riescono a dominare la mia politica musicale ne ha del soprannaturale mostrare il tuo sostegno è basilare allungate le mani e accordatemi questo strumento vuole suonare

Quelle spacchio di mani — Fabrizio Kintaro
inserito da Pippo Rischio

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook