13k+ testi hip hop italiani.

Tataranne
Fido Guido

♥ 1534


Fido Guido. Testi in italiano dei testi di "Terra di conquista"

a cura di Pier Tosi.

INTRO
con un occhio guardo a oggi e con l’altro a domani
in qualsiasi direzione vedo marina militare
adesso c’e’ anche la NATO che distrugge il nostro mare...
lo senti sto ragazzo che ti parla forte e chiaro?
vieni da lontano col tuo carico di morte
tu sei un americano io invece vengo da questo posto
vieni a casa mia e vuoi prenderti anche il porto
ma non per vendere il pesce ma per fare cose losche
perche’ se non ci sono soldi in questo posto e’ colpa vostra, mi dici che questa storia per noi e’ fatta apposta
«la migliore proposta contro la disoccupazione» ma tu non mi convinci e mo ti do questa risposta:
questo e’ fumo negli occhi non c’e’ niente d’arrosto,
sono bugie su bugie che si vendono all’ingrosso,
basta essere imbrogliati ci siamo gia’ fatti le ossa...
non posso stare tranquillo, no, io non posso!

NO NE STONNE (Non ci sono)
Solo un’altra canna prima di andare a casa,
alza il volume che sto pezzo e’ fuori di testa
prima che finisca pure questa serata fammi dire due parole su sta musica di strada: e’ il ritmo che ti prende come un
padre con il figlio se tu sei giu’ lui ti tirera’ su,
e’ dolce come il miele, fra tutti il miglior suono,
sono parole e non proiettili che ti pigliano in pieno.
E parla anche di problemi, sta musica ti da assai se vuoi stare bene, arriva ovunque non ci sono frontiere, abbatte le barriere. Non ci sono ostacoli e barriere e se hai davvero a cuore quello che hai intorno a te, ribellati! Nessun pregiudizio, solo buone maniere, messaggi positivi ai ragazzi di quartiere!
non pensare che qui si parli a vuoto, questa musica sta entrando in casa della gente, dal piano terra fino all’ultimo,
da Caltanissetta fino a Taranto e Milano... Suono che ti riprende! lontano dalle pasticche, questo messaggio nella
bottiglia ti conviene leggerlo! Lascia le cazzate da un’altra parte, stai lontano dagli atteggiamenti di predominanza
cammina con rispetto e tira sempre avanti, la modestia fa le persone grandi. Pensa libero e spezza le catene che ogni
giorno ti fanno piu’ male, senti sto guagnone fatti del bene togliti dai guai, contro gli abusi di questo sistema non
ti devi arrendere mai... troviamoci a meta’ strada buttiamo giu’ chi vuole farci male! televisioni ovunque controllano
le menti di ogni essere umano, hanno un progetto preciso, si chiama Dittatura Democratica Globale!


A' VOTA BONA (La volta buona)
Accendendo fuochi (scuotendo coscenze), accendendo fuochi te ne vai con i compagni! non ti ferma piu’ nessuno - non ti ferma piu’ nessuno , sei arrivato ovunque! La musica che piace a me parla di cose concrete e fa stare bene tutti quanti, i ragazzini e pure i grandi. Quando si tratta di musica che veramente comunica, che parla di realta’, noi ci avviciniamo. Quando cominci a capire perche’ tante cose non funzionano datti da fare e non fermarti, perche’ la tua voce e’ importante devi essere tu quello che, insieme agli altri, deve gridare piu’ forte contro chi ci porta guerra e morte.
Non vorrei fare una cosa piu’ assurda di altre, ma se ti riprendi e’ gia’ tanto, resta e dai un contributo, te la vivi meglio se dai un aiuto, non te ne scappare da questa citta’, perche’ le cose dovranno cambiare, stiamo gia’ mettendo un mattone sopra l’altro, tu metti in mezzo tutto quello che sai fare , se si deve riempire questo vuoto dobbiamo farlo noi! E allora apri gli occhi stamattina, forte delle tue radici oggi piu’ di prima trova il modo giusto per esprimerti aspetta che arrivi il momento giusto; ti dico che ci avviciniamo, metti le basi e costruiamo piano piano, mettiamo tutti gli errori passati lontano e piano piano ci troveremo.


SOGNA
S ogna il ragazzo che sta fuori sogna...vuole tornare perche’ ha bisogno di questa terra! quali pensieri ti spingono ad andare lontano da questo posto abbandonato, quando fino a ieri l’aria che respiravi e’ entrata dentro e ti ha segnato?
E’ la terra piu’ bella ma e’ la terra piu’ amara, piu’ passa il tempo piu’ senti che ti fa male... Gli inverni sono pesanti senza mai una lira in tasca, niente ti da’ speranza, solo la voglia di fuggire da un’altra parte.
Per la ragazza che lavora sempre (non ci sono soldi in tasca), per il ragazzo che busca la giornata, per chi manda i figli a scuola, per la cultura e per l’educazione, tutti i ragazzi se ne vanno fuori, quante cose vuoi privatizzare ancora?
non ci sono soldi in tasca!.... non credere al politicante, non vale di piu’ di uno che ruba alle carte, all’elezioni lo trovi sempre avanti, favori, promesse, intrallazzi...tu prendi un microfono e fatti piu’ avanti, comunicazione per tutti quanti, rispetta sempre le differenze perche’ cosi’ si cresce veramente, senno’ va a finire che vuoi fare il dritto che mette il cappello in testa a tutti!


FORE DE CAPE (Fuori di testa)
Tu mi mandi fuori di testa, non capisco piu’ niente, mi mandi fuori di testa, fra tutte le ragazze tu per me sei speciale.
Tu lo sai bene e lo so bene anche io, quelli sguardi tra noi sono una fissazione e ti cerco perche’ voglio stare con te. Quando ti trovo, so che sei arrabbiata con me per colpa di quella ragazza che io neanche ricordo...
L ei no, non c’entra niente con noi, io voglio stare solo con te, non voglio vedere piangere quegli occhi dolci che mi fanno impazzire ogni volta.
Sono sicuro che questa storia non e’ un miraggio, quando ti guardo so che e’ tardi e non perdo tempo ad assaggiare, sali sul tre ruote che ti do’ un passaggio, di fretta con l’acqua alla gola insieme facciamo danni, nessuno e’ come te,
fammi capire perche’ ce l’hai con me...non ci pensare a quella ragazza.

PUERCHE (Porco)
Tiri fuori le pistole, tiri fuori le manette convinto di aver scoperto qualcosa...A te porco! lo sai che sto parlando con te, che minchia di lavoro, dietro per dietro a me tutti i giorni tutte le sere, levati d’addosso che mi da’ fastidio il tuo fiato sul collo.
Trovati qualcosa da fare che tu non sai neanche che significa lavorare, spendi i tuoi gorni a ragionare su quello che posso dire e su quello che posso fare. Non vedi l’ora di presentarti a casa di mamma’ che ogni volta ti dice «mio figlio non c’e’ da mo’ che se n’e’ andato, non so dov’e’!»
allora tu mi prendi ancora piu’di mira, ti metti a fare arresti e blitz in grande stile, chiami l’elicottero e 20 camionette, ti vedi gia’ promosso ispettore dirigente.
Ma tu non potrai mai scoprire niente, forse non senti quello che diciamo, perche’ noi segreti non ne abbiamo, pensate invece voi quanti ne avete :quando abusate, quando uccidete, quando difendete i politici corrotti, quando torturate e poi vi nascondete, quando tirate chili e chili di cocaina
quando il fascista spara e voi da dietro che lo coprite, i ragazzi di strada li rinchiudete sempre, ma quando sono fuori cosa garantite per loro? niente! e allora che volete?


T'AGGHIE DITTE (Ti ho detto)
Ti ho detto che quelli non sono i nemici, a chi vuoi sparare? cosa vuoi dire? dici un sacco di minchiate e poi ti compiaci... Non vogliamo di questa merda tra gli amici! Apri le orecchie quando ti parlo di cultura, la religione a me fa paura, piglia un libro leggi la storia, i crociati hanno ucciso milioni di persone...Per non parlare di quante ne hanno condannate, proprio come fanno oggi il vaticano la chiesa e il papa. Per loro e’ meglio che tu prenda l’AIDS piuttosto che usare il preservativo! Allora sto ragazzo arriva e trova il pretesto: le religioni sono un bluff perche’ ci portano a fare le guerre tra poveri, ci spingono l’uno contro l’altro. Non venirmi a parlare di caccia all’omosessuale, che in Italia abbiamo gia’ il vaticano, se vieni qui parlami di storie buone, senno’ sparisci che c’e’ gia’ forza nuova con la sua merda.
Sono convinto come te che il sistema non funziona, quando metto un disco tuo io dico «brucia babilonia!» ma poi tu te ne vieni con l’antico testamento, vuoi prendermi in giro? Non sono deficente... Guardati: bianco come una mozzarella per fare il tipo dici «battyboy haffi dead»...Attento idiota che se ti prendo puoi stare tranquillo che te le apro io le orecchie
con la musica, con le parole e con il reggae stesso, sto ragazzo difende gli oppressi, ho un’altra cultura non sono un bobo, apri gli occhi! Prendete una posizione, non fate l’imitazione noi siamo sempre stati contro la discriminazione, razziale e sessuale, per me non fa differenza... In questo cuore sono veri i sentimenti. Ho sentito storie assurde sul K.K.K., religiosi pazzi e fanatici uccidevano gli africani dopo averli resi schiavi, bruciavano bambini, donne, uomini e anziani, ho sentito storie assurde pure sulla bibbia, sul fuoco di sodoma e gomorra... Ma non ho ancora visto tanto accanimento per chi ha fatto morti in questa nazione. E oggi al governo ti ritrovi i massoni, la P2 e’ arrivata al suo obiettivo e tu no... Tu pensi a gridare «fire pon Rome» lasciando i ragazzi in una strana situazione!


FUME SCURE (Fumo scuro)
Si vede da lontano un fumo scuro, tanto scuro che non brilla piu’ una luce... Questo fumo nero sopra noi, mi da’ un senso di oppressione che non voglio sentire piu’. Non si riconosce piu’ niente, non se ne accorge nessuno.
Una volta li’ si vedeva una collina, oggi a cielo aperto solo scorie radioattive, e i bimbi credono che tutto cio’ sia normale perche’ noi non gli abbiamo insegnato ad amare
quello che abbiamo intorno, la terra, l’aria, l’acqua e il mare, neanche se ne accorgono di come stiamo.
Quante bugie a scuola, niente a che vedere con l’educazione, vuoi imparare una cosa buona? non comportarti mai come Babilonia che produce, consuma, bombarda che controlla uccide e con le bugie inganna, colonizza mentre il mondo la sta a guardare, distrugge tutto... Faresti bene a guardarti le spalle. Grigio questo cielo come il futuro che abbiamo, sappiamo bene che non si puo’ tornare indietro, ci riempiono tutt’intorno con l’uranio impoverito e non si contano piu’ i paesi pieni di mine.
Se hai gli occhi aperti e sei contrario a questo sterminio,
cammina a testa alta e per te stesso porta stima,
sei 1000 volte meglio di quello che dice «Si!» che e’ complice di chi decide.


DA SUD A NORD
n e hai viste tante di ingiustizie per strada, un treno che ti porta lontano da esse non esiste, da sud a nord, in qualunque posto tu andrai penserai che in questo mondo sopravvive solo chi resiste. Il verde della campagna non ti fara’ dimenticare tutte le sofferenze, l’azzurro di questo mare
puo’ essere dolce ma anche violento e tu sei un granello solo che ora forse comincia a capire che insieme agli altri le forze si uniscono. Cammina e resisti che questo mondo l’hai visto, nessuno ti da’ niente se non te lo conquisti, parole dalla bocca, con gli altri costruisci... e questa e’ un’altra filastrocca.


DAMME NU' SUENE (Dammi un suono)
M ena! dammi un suono, di nuovo, dammi una hit che FidoGuido e’ pronto e stanno pronti gli accendini, io prendo il mic. quando il dj prende i dischi e porto in tutta Italia lo stile tarantino... Sbrigati che e’ pronto , sto suono caccia via i corrotti, questo suono da’ fuoco ai chiacchieroni oggi, tutti i giorni e domani ancora, su questo suono ragioniamo, dammi una base che ci divertiamo, ed esce dalle casse ed esce sempre piu’ forte, pure i bambini fanno macello, lo fanno su e lo fanno giu’.
Stanno a ruota, sai che stanno a ruota, sai che per sta musica i ragazzi stanno a ruota, pronto sto uagnone si presenta ancora.
Che quando ci riuniamo ci sono proprio tutti quanti dai piu’ piccoli ai piu’ grandi, ai nonni, stanno a ruota e vogliono sentire ancora strofe e allora e’ pronto sto ragazzo apposta per loro: porta un suono che e’ dolce e pure amaro, con Moddi Malatesta, Frullato e Sciamano, Rob, Zakalicious, Hacc e Robert8, questo suono viene apposta per accappottarti. Questo ragazzo arriva e si butta in mezzo,
viene da una terra dove non cresce niente, so che vuoi capire e so che stai sentendo e con il dialetto sto «vastase»
ti sta conquistando!


TATARANNE (Nonno)
D uro come una pietra sotto il sole, neanche un po’ di vento e niente che si muove, freddo come il ghiaccio nel cuore pieno di speranze ma privo di illusioni, voglio solo avere la soddisfazione di vedere le facce di chi ha dato terrore, pagare per 50 anni di tribolazioni che permettono ai nazisti di candidarsi ancora alle elezioni. So che ci sono molti ipocriti che piangono di fronte a scene di deportazione, e poi pensano che sia tutto tranquillo e di fronte ai fascisti piangono lacrime da coccodrillo. No, non c’e’ piu’ nulla da tollerare, non possiamo lasciare spazio a sta’ mentalita’, la storia la trovi scritta ma e‘ molto meglio se parli con chi ha visto e si ricorda il dolore... Nonno, nonno, chi sa’ quante storie sai tu che non conosce nessuno...
Nonno, nonno, dimmi che hai fatto quando eri ragazzo, quando c’era fratellanza tra la popolazione . Terra di conquista e’ inutile che insisti, nelle case di allora non c’era niente nelle pentole, io ricordo ancora di quando niente era a colori, le foto antiche raccontavano dell’odio e dell’amore di facce di ragazzi col fucile, uno per uno che hanno dato la vita per combattere la dittatura... Storia che ti hanno tenuto nascosta, perche’ scomoda per qualcuno. Duro come una pietra sotto il sole, non e’ l’arroganza a darmi la convinzione che e’ preoccupante che la gente non conosca la propria storia e non si possono capire quelli che fanno finta di niente... Che giudicano senza sapere che e’ a loro stessi che fanno il danno piu’ grosso.

Tataranne — Fido Guido
inserito da B

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook