13k+ testi hip hop italiani.

FP
FOG PRISON

♥ 1338

09. FP
Testo: Braka & Ide
Produzione: Pablo & Braka

BRAKA:

Se sto nascosto è sotto un’ombra alla luce del sole
foschia nel posto il composto della detenzione
mi accosto all’inondazione di note che scuote le menti vuote
il timpano esplode fumo tipo l’autodistruzione
l’esaltazione è come una danzatrice saudita
che balla svestita nell’antartico di questa vita
cospirazione infinita gente fallita
tiene un microfono in mano che spezza loro le dita
adesso ho trovato l’uscita da questa specie di Shawshank
libertà nel tunnel al culmine dell’arte rap
a trazione anteriore sopra i cingoli Supertank
fiero prigioniero fogprison e…

IDE:

… una trasposizione delle immagini con lettere
descrivere dove morire è come omettere
e dire che sono stato sicuro di vivere e scrivere
di quanto scuro c’è da vedere e sparire per essere fiero e ridere
dentro una foschia fitta succede se credere è una ragione di vita
questa prigione ha barre che non hanno estremità
la nebbia ha preso sempre tutto per legittimità
la natura di ogni cosa è fatta di conformità
ho dato forma alla mia musica con la creatività
e serenità di un’esistenza rapita
dall’essenzialità di potere averla scritta

RIT:
Ora so di essere un fiero prigioniero
e quando sto dove c’è nebbia sorrido
ed ho diffuso nell’impianto questo suono ipnotico
noto col nome Fog Prison

IDE:

Amo sentirmi vivo altro che pensare positivo
sono fiero di quello che sono prima che lo scrivo
arrivo dove arrivano tutti quando arrivano tutti
ma con un disco che ha stupito tutti
e continuo senza puntualizzare non invidio
in cerca del rimedio perso nella nebbia rido
ogni barra non è per fermarmi ma l’unico fermo a cui mi affido
dentro la prigione che presidio
il suono varca la coscienza nell’ultimo stadio
il sogno irrompe se intercorre tra onde radio
il destino guardare l’orizzonte da vicino
lo squarcio immaginario per restare uno che stimo



BRAKA:

fino alla fine sorrido se affilo un filo di nero
fumando fin quando finirò fissando fiero
il freno che non ho mai spinto nemmeno al cospetto
di vecchie glorie che adesso rappano canzoni d’amore in falsetto
osannano il cicchetto mischiato ad md
narrano di storie sotto l’effetto del milionesimo trip
portano il kilt e il kit
di tutti i più grandi successi degl’anni 70 dei Dik Dik
non basta un doppio click per improvvisarsi dj
con uno spray non ci dipingi un hall of fame
con un singolo dito nessun flare on stage
ma chi spacca spacca sempre come sopra l’intonaco Sage

RIT.

FP — FOG PRISON
inserito da fp

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook