13k+ testi hip hop italiani.

FAQ
Fuori Alibi Quantitativo ft. Carolina Da Siena

♥ 774

Nel diritto, il termine "alibi" tradotto letteralmente significa "altrove", prova logica e coerente che l'imputato si trova in un luogo diverso da quello del delitto. I soggetti di un delitto, o meglio le sue vittime, possono essere di varia natura, ma nessuna di queste vittime è sottovalutata quanto l'arte. L'arte, meravigliosa e al tempo stesso così fragile, non possiede avvocati pronti a prendere le sue difese, e contro di essa è possibile esercitare due tipi di crimini: il crimine quantitativo e il crimine qualitativo. Entrambi, ovviamente, sostenuti da alibi, come in ogni delitto che si rispetti. Entrambi vanno quasi di pari passo, in quanto la quantità è inversamente proporzionale alla qualità. Troppa esposizione, troppa apparenza, con l'avvento del web, si può osare nel dire troppa "visualizzazione", ma a che prezzo? Il prezzo lo paga solo l'arte.
Oggi, sostenere la quantità a scapito della qualità è uno standard, esatto, "standard", letteralmente "norma accettata", ed è paradossale accettare una regola che impone l'abbassamento della qualità in favore della mera quantità. Essere contrari allo standard quindi è il primo passo per ridare splendore all'arte. In una sola parola, l'arte è ANTISTANDARD. Antistandard, termine non convenzionale, ma che ha chiaro il concetto della non accettazione di false regole, falsi valori, e di conseguenza falsi miti.
Se si ama l'arte, non si cercano alibi per tentare di ucciderla. Il tanto, non sempre significa buono. Chi sostiene l'arte oggi deve porsi delle domande.
F.A.Q., è un acronimo utilizzato per domande frequenti, e letteralmente significa Frequently Asked Questions. L'arte utilizza tale acronimo per darci una risposta: Fuori Alibi Quantitativo.

FAQ — Fuori Alibi Quantitativo ft. Carolina Da Siena

Inserito da Si Come No

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook