13k+ testi hip hop italiani.

Boom Bap Junkerz Freestyle
Fure Boccamara & Gio Green

♥ 775

(Fure Boccamara)
Nato in un buco di culo fartè, mica gli States
non c’era un cazzo, zero Facebook, zero Myspace
ci si beccava al parcheggio a fumare qualche canna,
su qualche panca a fare freesta, randa fino all’alba
non c’era pilla, i vari “Killa”, c’era ancora Neffa,
i primi cella, i C in pagella e pure qualche sberla
facevi rap, eri sfigato, mica come ora
zero moda, i primi studi coi cartoni delle uova
mi ricordo ancora quella volta a Bolo a capodanno,
cover del mio primo demo, tag di Phase Two sul palco
Sei in un auto, mega impianto, a provare i testi, vetri appannati,
mezzi scoppiati, sfatti, tutti infottati
baggy macchiati, passa montagna, vernice fresca
no uni-posca, sbirri alla porta, non per la posta
il tempo passa in fretta, vogliamo la nostra fetta,
già ti rompevamo il culo sopra una cassetta
Più di dieci anni in questa merda e ancora tengo botta
tutti i giorni è lotta come in Vietnam, chi sa ci rispetta
c’è chi si rispecchia, rispetto alla vecchia e anche alla nuova scuola,
però stai al tuo posto e fatti la tua storia
se lo facciamo è per amore ma anche per il cash,
perché il tasca non ce n’è, il contrario del Prez,
sempre in strada, en plein air, ignoranti ma con savoir fair,
sempre grezzi come primo in 60 Hertz

(rit. x2)
Questa merda ci ha rovinato la testa
più di diec’anni ancora sopra il boom bap
non esco più, non dormo più, la donna non mi vuole più
voglio soltanto dei gran beat e fare del gran rap!

(Gio Green)
Rappo da quando non avevo neanche un pelo in faccia
ero soltanto un ragazzino di questa provincia
in giro in bici con gli amici, voglia sempre tanta
il primo schiaffo partiva dopo la prima spinta
i primi cypha al campetto con il ghettoblasta
non si chiedeva mai quanto, ma quale costa
copia cd o cassetta in base alla risposta
per condividere, non per mettersi in mostra
a scuola uguale, prima o dopo le ore di lezione
i meglio acquisti? durante la ricreazione
era tutto più ingenuo e più genuino
nato spontaneo e cresciuto di continuo
poi finalmente la patente, ovunque con la panda
bianca, young settecinquanta, allora di mia mamma
e poi ancora a registrare in studi in scantinati
sempre e solo senza cash e minuti contati
sempre fieri anche se zeri e pochi risultati
mai abbattuti ma sempre tutti mega infottati
ancora oggi segnati come degli invasati
completamente andati, danneggiati, malati

(rit. x2)
Questa merda ci ha rovinato la testa
più di diec’anni ancora sopra il boom bap
non esco più, non dormo più, la donna non mi vuole più
voglio soltanto dei gran beat e fare del gran rap!

(Fure Boccamara)
Cazzo mi chiedi il featuring che non fai rap tu sibili
no fre non siamo simili, stammerda non l’assimili
la folla non la stimoli, con quattro o cinque ossimori
ti schiaccio c’ho le Jordan custom, non c’ho suole ho cingoli
sta vita ci da vincoli da infrangere, zero fighetti con le frange, la mia falange di teste marce
ha rime come spranghe fra le guance e sputa così tanto sangue da riempire il Gange: il tuo crew piange!
quand’ho iniziato c’eran quattro gatti, era un’hobby
vestiti goffi coi maglioni di Bill Cosby
diec’anni dopo siamo in troppi, cazz’è una lobby??
chiunque è artista, giornalista, regista, registra, s’immischia, senza saperne una cippa
vaffanculo! devi sukarci la minchia!

(hook x4)
sempre fieri anche se zeri e pochi risultati

Boom Bap Junkerz Freestyle — Fure Boccamara & Gio Green

Inserito da Gabrio Furenzi

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook