13k+ testi hip hop italiani.

2013 (Accendila)
Gemitaiz

♥ 2539

2013, finalmente ho fatto un disco;
adesso nelle tue classifiche esisto;
dicevano: "Ehi, il tuo rap non lo capisco",
adesso mi chiedono: "Ti dispiace se t'intervisto?".
No, non mi dispiace, anzi, insisto,
così ti spiego perché questo prodotto è in aquisto;
dopo averne regalati più della somma della discografia
degli artisti che preferisco...
Diec'anni con gli occhi vispi, e solo per farti capire
quanto ho sudato e mi sono sbattuto, mai avuto nient'altro da dire!
24,7,3,6,5 per non restare fottuto,
che da quando ho abbandonato gli studi non ho mai abbandonato lo studio.
Pensavi che facessi il disco per le radio?
Ballo bendato insieme agli scheletri nell'armadio,
fra', guerrafondaio, rappo la merda al contrario,
una nube d'erba e scompaio volando in sella a un mortaio: Gemitaiz!
Una canna che ti fa il triplo di venti gocce di Rivotril,
tre grizzly come Timothy, mando a casa i pupazzi che ti spacciano per idoli
che ho capito la fine dopo i primi due capitoli...
Questi vogliono il sangue perché è quello che vende,
a me basta un rullante e vedi Cristo che scende!
Dirai: "Ecco, ha cominciato con l'autocelebrazione":
provaci te a fargli capire le cose a questa nazione.
Outsider stanco, stato anni nel fango, puoi chiamarmi Django
perché quando hanno capito che potevo farlo
è stato come quando hanno visto la prima volta un negro a cavallo!
Non rappo degli alieni sull'house,
metto a tempo i miei teoremi sul caos,
rimango nel disagio che sembra Animal House,
scrivo questa in albergo e poi muoio: Gemy Winehouse!
Ciao!

2013 (Accendila) — Gemitaiz

Inserito da Nicola Antoni

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook