13k+ testi hip hop italiani.

Le mille e una notte feat. Caneda e Luchè
Gemitaiz ft. Caneda & Luchè

♥ 15528

GEMITAIZ:

Oggi c'è il sole... (menomale)
sennò a scendere dal letto chi ce la fa
tra i dieci,
che si rimboccano le maniche
ce n'è ancora uno che ci spera fra (uno!)
ogni sera faccio le mille e una notte,
Shahraz?d.
Ma tu ti ricordi
quasi dieci anni fa chi c'era qua? (eh?!)
C'ero io,
non la puttana che sei,
sto in para per Dio.
Ultraviolenza fratè, Lana del Rey,
io dal 2006 su un parapendio.
Non ti conosco,
metti giù le mani dal primo posto (puttana!),
puttana che è il mio!
Scrivo per chi ancora crede nella verità
per questo odiano il tuo rap e amano il mio! (yeh!)
Ho spinto il limite oltre
col cervello a tavoletta (vai)
che scrivo da un'oretta,
da piccolo a quelli come te non gli davo retta (mai).
Per questo sono venuto fuori così,
mando giù ogni sera 5 liquori così,
poi torno a casa e scrivo un po' di canzoni così
per riuscire a farti sentire
che sotto sotto c'ho davvero un cuore così. (hey!)
Tu no e io si (hey!),
questo è quello che mi dicono le facce (eh)
di chi sotto al palco le accende grasse
e le fuma con la testa nelle casse (ah).
Vi faccio vibrare il petto
con le frequenze basse,
con chi vuole dimenticasse (ah),
ti fanno credere che ti casca il mondo addosso
se inverti l'asse.
Invece no!


CANEDA:

Neda e Gemi, fuori zarri,
dentro geni, studi i miei geni.
Occhi vuoti, sogni pieni.
Voooi rapper, noi alieni.
Stai lontano col tuo rap che mi avveleni,
cambiamo la storia: Einstein, Lenin.
Nei miei drinks solo veleni...
mentre studiavi ero già tra i treni,
mentre mi odiavi ero tra due seni,
io verso il Gran Canyon mentre tu freni.
Volo, mentre tu preghi,
io in mezzo alla tavola mentre tu ceni.
Di cioccolata ne ho i joint pieni,
di voi gadje ne ho i coglioni pieni.
New Era in testa e Jordan ai piedi,
sono in macchina con malori senza freni.


LUCHE':

Per amarmi devi sapere che cosa ho dentro,
non ti può bastare la macchina in cui entro.
La ricchezza mi renderà meno vero,
ma là fuori c'era tutto ciò che non avevo.
Il mio quartiere mi ha insegnato a capire chi ero,
a correre forte senza girarsi mai indietro
e coi poliziotti a restare calmi e guardarli negli occhi frà
fino ad ottenere quello che volevo.
Questi rappers scendono dal cielo,
parlano di rap come fosse il vangelo...
se foste davvero di strada e non foste d'appartamento
sapreste che i soldi sono il primo comandamento!
Ho capito che si è puri solo quando si è all'inizio
poi le tentazioni ti fanno salire il vizio,
passi la carriera in cerca di equilibrio
ricordando cos'era che ti rendeva vivo.
Un amico ha detto ordina tutto
e poi butta quando sei sazio:
abbiamo sofferto fin troppo la fame,
brindiamo ora a chi già se n'è andato
e il domani è troppo lontano.
Sogno di arrivare fino in fondo
con i miei fratelli così ricchi che non è a suo agio
chi è intorno gridando forte finchè mi trasformo in un (?)
adesso ho i panni che per anni ho voluto.
La prima volta da una prostituta (se),
a 15 anni non sai che è una fregatura (no!),
dura poco non c'è molto da raccontare fra (fraa)
solo una macchia di sperma sulla tuta (eh!).
Non avevo eroi, punti di riferimento
e poi le spalle su cui piangevo erano ali di avvoltoi (ah!)...
allo scuro dentro i corridoi (se),
ma un giorno a dettare legge saremo stati noi...
Fuck it!

Le mille e una notte feat. Caneda e Luchè — Gemitaiz ft. Caneda & Luchè

Inserito da Alex Barbazzo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook