13k+ testi hip hop italiani.

Anni Luce
HellDee ft. Rew, Shade

♥ 1751

Verse 1 (HELLDEE)
I miei sogni vivono nel mio stesso letto a castello
dormono sullo stesso cuscino
ma il materasso è diverso
per assurdo
siamo più vicini quando cadono a terra
e per il rumore che fanno mi sveglio
siamo condannato a morte e moglie
con le mani divise da uno strato di vetro
con la musica nei pugni per scheggiare la parete
e regalarle fra le crepe il mio ti amo più sincero
sorrido in modalità auto
senza soffermarmi troppo su quello che faccio
le aspettative sono come le ruote dell'auto
ci rincorriamo all'infinito senza mai stabilire un contatto
conto solo su me stesso perché il cielo
non aiuta gli uomini di fede ma solo gli illusi
e prima che si trasformino in rimpianti
ho allungato le braccia sui miei sogni
Monkey HellDee Rufy

Chorus
Siamo distanti anni luce come le stelle
anche se a vederci
sembriamo così vicini
e certe cose piacerebbe riaverle ma sono cose che non scegli
come i vicini
siamo distanti anni luce come le stelle
siamo distanti anni luce come le stelle
e certe cose piacerebbe riaverle ma non puoi sceglierle
come i vicini

Verse 2 (REW)
Mi chiami e chiedi come sto?
Come uno che sta male
che per non vedere gente in ascensore fa le scale che
per non sentire parlare persone al bar
va alle macchinette anche se il caffè fa cagare
distratto a lezione gioco con la gomma pane
mi parli del tuo ragazzo che non lo ami ma ci resti uguale
mi parli e resto male
paronoia se ti canto una canzone che domani te la canti ancora
e ora che sono fragile tu sei più fragile
ora che sono solo le lacrime e sono gradine
se devi andartene vattene pure tu
abbiamo tutta la vita per non vederci mai più
ironia della vita
l'auto in cui facevamo l'amore l'ho demolita
e certe cose sarà pure un po' banale dirle
ma ci sarò sempre ad asciugare le tue lacrime di rimmel

Chorus

Verse 3 (SHADE)
Guido piano come Kanye
non ho un problema ma ho problemi
e potrei averne ancora più seri se non mi credi
scavo buche in cui sotterro i miei pensieri
così non vedi come sto anche se te ne freghi
che poi se me lo chiedi non è nulla di speciale
mentre ritorno a casa col diluvio universale
ogni goccia di pioggia mi ricorda ogni sbaglio
perché ritorna uguale anche dopo il tergicristallo
in serate noiose non potendo scrivere a te
scrivo di te
facendo entrambe le cose
e calco in grande sullo sfondo del foglio il tuo nome
anche se tu scriveresti quello di altre persone
io mi rispecchio comunque nelle parole
e se avesse ancora un valore ti darei il cuore
ma non posso
e non mi salvo se mi sposto
perché a sto giro è il cielo che vuole cadermi addosso.

Chorus

Anni Luce — HellDee ft. Rew, Shade

Inserito da Fabio HellDee Campaner

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook