13k+ testi hip hop italiani.

D.g.a.z.
IBO

♥ 1082

[RIT]
Ancora non capisco come sono messo
preso da me stesso
cerco un compromesso
Vado in cerca di un rimedio ma del resto
dalla giungla allo zoo messo in stato d'arresto
Sopravvivo a questo dramma in attesa del mio boia
la vita è troia
quindi come ingoia
vivo per pagarmi attimi di gioia
egocentrico egoista ma nessuno me ne voglia

Non riusciranno a farmi credere quello in cui non credo
ed a nascondermi ciò che non vedo
nè ad avvelenarmi se non bevo
io non mi piego a ciò che rinnego
vivo una vita ai margini mi spiego?
Ergo siedo al tavolo dei sognatori
gioco la mia vita con in mano un tris di cuori
molti dolori e poche gioie signori
davanti agli occhi scale di grigi e pochi colori
m'ignori perchè resto fuori
alle competizioni per essere i migliori
onori con allori, esseri inferiori
che in base al conto in banca ritieni superiori
sei fuori, per cosa lavori?
cosa lasci quando muori, insegnamenti o tesori?
vago nei meandri dei miei umori
contradittori e ne assoporo i dissapori
ho amici disertori che cantano fuori dai cori
siamo i ** di una vita tutta rose e fiori
percepiamo suoni, luci e odori
che nemmeno con l'immaginazione sfiori

[RIT]

Oggi come ieri ripercorro gli stessi sentieri
stessi errori, stessi desideri
con gli occhi fieri e sinceri
allo stesso tempo
cammino contro vento
contro un tempo avverso e sento
che ogni mio comportamente mi conduce
ad essere messo in cattiva luce
la vita è truce
niente polpa, solo bucce
da ciò se ne deduce cos'è che induce
la mia persona a rimaner da sola
oggi più che niente mi consola
con solo in mente il mio presente
fanculo alla gente che pensa che non valga niente
sono stato già paziente e clemente in passato
non mi affido più al fato
ma combatto per un risultato
convinto che qualsiasi partita la si ribalta
cammino per la mia città con la testa alta

[RIT]

Con più passioni che ambizioni
abbattuto dalle situazioni
le gambe non mi reggono cammino su bastoni
niente delucidazioni
partorisco suoni da disagiate condizioni
con sullo stomaco mattoni
rime come pistoni per dirti che m'indisponi
cattivi mascherati da buoni
creano cloni proni alle loro subdoli intenzioni
ne azzerano memoria ed emozioni
rispondono a numeri invece che a nomi
tu come ti poni?
rotazioni delle stesse trasmissioni
sovvenzioni, processi alle intenzioni
costruzioni, costrizioni di ammissioni di colpe
scissioni di coppie, milioni di volte
ho trovato chiuse molte porte
menti contorte, frasi troppo corte
io sono il giudice che mi condanna a morte
giornate troppo corte per non essere storte
vivo la mia vita in attesa della morte
col passato di spalle e il presente di fronte

[RIT]*2

D.g.a.z. — IBO
inserito da blian

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook