13k+ testi hip hop italiani.

Notte Fonda
Il Lato Oscuro Della Costa

♥ 2074

Un’altra notte è bianca ma fuori l’aria è calma tra rumori d’ambulanza in attesa dell’alba appesa a una speranza ogni respiro pesa come cento colpi in pancia si è arresa ad una notte tesa non riesce a sopportarla dalla mia stanza il buio sembra vuoto noto auto in moto guardo nell’insieme il mondo non lo metto a fuoco qui il tempo è troppo poco si parte per l’ignoto con i versi che annoto questo posto non lo scuoto tu mi senti

esco a fari spenti perso tra i miei affari strani e vari fallimenti qui ogni gesto è lecito è per questo che farnetico esco da me stesso so che adesso me lo merito non guardarmi in volto non cercarmi non mi volto non parlarmi non ascolto non liberarmi dalla notte che mi ha avvolto tu metti in conto l’odio che c’è intorno stanotte no non dormo so che vivrò in un sogno ho versi sfusi per gli illusi che aspettano il tramonto stanotte mi ha deluso a pugni chiusi contro il mondo

È notte fonda si parte e non torna ti riempie di promesse che tanto poi si scorda ascolto il vuoto e nel buio poi lo assimilo aspetto che la notte mi regali qualche stimolo è notte fonda si parte e non si torna qui non mi resta niente adesso che ho la mente sgombra ascolto il vuoto e nel buio poi lo assimilo spengo il mio silenzio con la musica che amplifico


Dormo pensando che non ne valga la pena/ è una maschera di cera/ lo sguardo della luna/ insomnia/

diversi pesi sulla libra/ stanotte non riposo allora mastico la vita/

acluofobico perché il buio divora pure la mente più salda che però piange di sera/

l’es e l’io che combattono/ qui da me lo stress è un dio a cui tutti cedono/tendono/

a creare incubi alla/stregua di Dario/ anche di un asso non rimane niente se messo al contrario/

di lei poi m’innamoro dei suoi lati positivi/ posti vivi posti ai primi posti privi di discorsi negativi ed istintivi distintivi per distinguersi dai vivi di amarezza da noi vivi di certezza/ssshhh/

la notte non è più la stessa/ deprime deboli a richiesta ma felicita fortezza/

e se fatichi a ritrovare la tua uscita/ ricordati che il buio è solo parte della vita.

Io che lo sguardo lo rivolgo verso l’alto stanotte stringo l’anima mi preparo a questo salto poi mi nascondo dentro un clima troppo gelido ma noto tutto il moto che sta attorno sembra fetido io medito su quanto il mondo cambi forma mantengo il karma che mi attornia e poi disperdo ogni mia orma è la paura che sta dietro ad ogni alito il terrore che sia tutto proprio come me lo immagino infami ipocriti sorrisi sempre finti e una notte senza luce serve a liberare istinti li vedi in maschere completi coi completi ma son macchine basta levar la spina per abbatterle affronto il buio con il cuore che mi scoppia l’oscurità confonde non mantengo la mia rotta ritorno a sguardo in alto dall’alto aspetto un segno domani è un altro giorno ma qui è buoi da un decennio

È notte fonda si parte e non torna ti riempie di promesse che tanto poi si scorda ascolto il vuoto e nel buio poi lo assimilo aspetto che la notte mi regali qualche stimolo è notte fonda si parte e non si torna qui non mi resta niente adesso che ho la mente sgombra ascolto il vuoto e nel buio poi lo assimilo spengo il mio silenzio con la musica che amplifico


Sono un bersaglio alieno/ rido mentre cade il cielo/ correggo la tua vita col veleno che non tengo a freno/

la belva si sveglia meglio se sola/ scuola d’esistenza resistenza della sua natura buona/

zero-dieci/ ho visto l’alba e il tramonto la notte e il giorno rosso di orizzonti persi/

caccia aperta/ diversamente mente diversa/ tutti all’erta per la prossima scoperta/

configuro deserti meccanici/ hacker attacca composti inorganici/ prego la bibbia nel tempio degli acidi/

non c’è più tempo per le tue conquiste/ vedo il sole catturato da un’eclisse/

e non è vero che poi ritorni/ la notte avvolge i volti non si vedono i contorni.

È notte fonda si parte e non torna ti riempie di promesse che tanto poi si scorda ascolto il vuoto e nel buio poi lo assimilo aspetto che la notte mi regali qualche stimolo è notte fonda si parte e non si torna qui non mi resta niente adesso che ho la mente sgombra ascolto il vuoto e nel buio poi lo assimilo spengo il mio silenzio con la musica che amplifico

Notte Fonda — Il Lato Oscuro Della Costa

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook