13k+ testi hip hop italiani.

Movimenti Lenti
Izanami ft. Etto

♥ 943

traggo ispirazione da uno sguardo
e punto gli occhi dove, non azzardo...

la mano scivola sulla mia pelle candida
mille brividi di provenienza aulica
le dita scorrono nell'oro: i miei capelli
ti impigli con gli anelli, monocromo nei disegni
è un rosso porpora, che ci accompagna in questo viaggio
un suono che per ora ne è un assaggio
affanno nel respiro, lasciarsi andare è saggio
ti contraccambio in un abbraccio casto e caldo
e movimenti lenti, in incastri schietti
intenti onesti, cerchi chiusi i nostri gesti
seguimi, nel turbinio delle emozioni
porgimi, un mormorio di sensazioni
guardami negli occhi, confidami i rintocchi
parlami rendendomi partecipe se scotti
prendimi per mano, guidando piano piano
portandomi nel vano dove solo noi osiamo

traggo ispirazione da uno sguardo
e punto gli occhi dove, non azzardo
è difficile tenerti lontano
ma a chiamare sono, sempre io il primo

mi sposto sul tuo corpo, seguendo un mio percorso
ritratto personale di un progetto che ti mostro
riscaldo ogni tua parte, procedo tra le istante
mi gioco le mie carte dominando in varie stanze
chissà cos'è, che mi porta a questa riva
chissà perché, voglio darmi a te lasciva
ma sai che c'è, non ragiono in questa linea
e, mi lascio andare, tolta ogni casta livrea
per esser guida in questo luogo d'ombra e dubbi
e darti quel piacere intenso e denso come nubi
non do soltanto un corpo ma un ricordo
e come linfa in un tronco plasmo vita dal fango
sarò la mano sui tuoi nervi
in movimenti lenti, prevedo quel che senti
gesti sui miei seni prorompenti: fuochi ardenti
e denti stretti in spasmi, sono passionali eventi.

traggo ispirazione da uno sguardo
e punto gli occhi dove, non azzardo
è difficile tenerti lontano
ma a chiamare sono, sempre io il primo

è un congiungere gli eventi per portarci a stessi intenti
come unire ai tempi i versi producendo nuovi testi
innesti, ben più diversi dagli incesti
godendo in coppia questi movimenti lenti
due solitudini si attraggono e si fondono
momentaneamente innanzi a un suono ritmico
non è mai mimico, piuttosto chimico
innalzi spirito seguendo un senso autonomo
erotismo a volontà, verso scaltra voluttà
prendi e dona tutto quello che ti va
niente limiti o barriere, spiega al vento queste vele
non ti puoi fermare vivi intensamente le tue scene
volgiti alla luna di selene
che non morirai di luce illusa come semele
basta accendere candele per scaldare sere piene
ricadendo nelle tele dolci tese da dea venere

traggo ispirazione da uno sguardo
e punto gli occhi dove, non azzardo
è difficile tenerti lontano
ma a chiamare sono, sempre io il primo

Movimenti Lenti — Izanami ft. Etto
inserito da

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook