13k+ testi hip hop italiani.

Post Mortem
Kaizer

♥ 941

Sento lamenti dal cemento,
ho zombi attorno e non so se sono vivo o solo sveglio, e né cosa è meglio.
Questa notte me la vivo dentro agli incubi dei bimbi,
gli insegno che la vita o te la togli o te la vivi
e se la vivi non è mai come tu aspiri,
te la aspiri insieme all'aglio circondato dai vampiri.
Questa notte me la vivo mezzo morto,
l'altro mezzo è sopra il letto ad occhi bianchi, e forse è lì il suo posto.
La luna mi fa paura e mi cattura,
mozza il fiato e batte sulla nuca, la sua peggior tortura.
La notte è una suora di clausura,
se sei solo ti consola e ti illude che c'è una cura.
Riprendo i sensi e guardo l'orologio, questo viaggio
fa capire che in 'sta vita siamo solo di passaggio,
la felicità è un miraggio
ed ogni raggio che ti accieca è solo un terrorista e tu ne sei l'ostaggio.

Rit.
Qua le fiamme non si abbassano,
lasciano delle ustioni che non passano e guastano.
I vampiri non mi lasciano,
mi si avventano sul collo e la mia forza è il solo frassino.
Qua le fiamme non si abbassano,
lasciano delle ustioni che non passano e guastano.
I vampiri non mi lasciano,
ma ora il sole sta sorgendo e aspetto solo che collassino.

Il sonno non arriva, è l'Ade che mi aspira,
sono nella stiva col Caronte e comitiva.
È l'inferno ciò che vedo e ciò che sento
ma è all'interno il vero mostro per chi è vivo fuori e morto dentro.
Gronda sangue sulla fronte,
un taglio netto sopra il capo è il mio bigletto di ritorno dalle tombe
per chi muore e non soccombe,
cammina senza sosta in cerca di chi gli ha mozzato il capo e lo nasconde.
Sei piedi sotto i serpi e le tarantole,
qua la morte pianta chiodi sulle tempie e lame tra le scapole.
Stai attento alle sue trappole,
qua le tue paure non le vinci con il tempo ma affrontandole.
La vendetta va servita calda e consumata fredda,
e se c'hai un nemico fermo, non avere fretta,
siedi sulla sponda del tuo fiume e aspetta
di vedere il suo cadavere passare a galla senza testa.

Rit.
Qua le fiamme non si abbassano,
lasciano delle ustioni che non passano e guastano.
I vampiri non mi lasciano,
mi si avventano sul collo e la mia forza è il solo frassino.
Qua le fiamme non si abbassano,
lasciano delle ustioni che non passano e guastano.
I vampiri non mi lasciano,
ma ora il sole sta sorgendo e aspetto solo che collassino.

Qua le fiamme non si abbassano,
lasciano delle ustioni che non passano e guastano.
I vampiri non mi lasciano,
mi si avventano sul collo e la mia forza è il solo frassino.
Qua le fiamme non si abbassano,
lasciano delle ustioni che non passano e guastano.
I vampiri non mi lasciano,
ma ora il sole sta sorgendo e aspetto solo che collassino.

Post Mortem — Kaizer
inserito da

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook