13k+ testi hip hop italiani.

Il Codice
Kaos

♥ 5064

E' un'attitudine notturna, i suoi soggetti sono in crescita costante, fondamentalmente recidivi a tutto di fatto non li senti e non li vedi e non avverti i loro schemi a te sfugge il concetto, vedi solo nomi, per te รจ una cosa semplice due bombole d'argento e una pressione grazie all'indice non chiamare affreschi quelli che vedi sui palazzi, la terminologia corretta e' pezzi, zero tabbozzi ognuno ha il suo motivo, il proprio stile e ne va fiero e niente in dolce a chi ne fa un lavoro, io non vengo sul tuo muro per denaro resto concreto e sto aggrappato a un sogno sono in ferrovia e' un top-2-bottom su un vagone bianco il tempo ha sviluppato nuovi stili, nuove forme, situazioni sempre pese come ci ha insegnato Phase per cui non ti stupire se ti e' tutto incomprensibile, e' assai difficile il concetto senza il codice.

SULL'ACCIAO, SUL MURO LASCIA TRACCE DI COLORE CON UN CODICE, IL CONCETTO CHE TI E' ESTRANEO RENDE TUTTO PIU' DIFFICILE.

Sudato in fronte anche se fuori e' sottozero, e' la conferma che sei vivo, tu sai che non e' un gioco ci hanno gia' sparato addosso, succede spesso se e' un passatempo che tu cerchi qui hai sbagliato posto col buio intorno ogni rumore crea un sospetto, sotto le finestre scure di un vagone un writer scrive un nome, un altro sale sopra un tetto a trenta metri dall'asfalto, sempre piu' svelto, spesso sconvolto il sole mostra inesorabile il loro passaggio, per chi cancella anche domani sara' peggio perche' per ogni pezzo che scompare ce ne sono altri tre pronti per cui stanotte tocca stare attenti se vuoi chiamarla guerra e allora guerra sia: tu scegli quando, perche' di fisso il posto e' in ferrovia. Io staro' attento, per non trovarmi mai di fronte a un giudice il concetto resta estraneo per te se non hai il codice. Scritto sul muro col colore, sull'acciaio leggi il codice difficile il concetto e' senza regole ma e' inutile, se questo tu lo chiami crimine, essere ostile, per te io saro' il peggio criminale e quando il sole scende e si nasconde e le ombre si fan lunghe, un writer veste scuro e confonde con il nero mentre un treno e' gia' lontano col suo pezzo a lato, in posti che non hai mai visto, in cui non sei mai stato. Credi che sia facile, ma senza il codice non ti e' possibile comprenderne il motivo come Dee Mo' sfido il buio e sopravvivo io non dipingo quadri, scrivo lettere, e un esercito di writers e' pronto per combattere se non ci credi guarda in giro, vedrai firme su ogni muro un singolo frammento che compone un bboy fiero percui se non ci stai la tua sconfitta sara' duplice il concetto resta estraneo per te se non hai il codice.

Il Codice — Kaos

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook