13k+ testi hip hop italiani.

E' Reale
KBC & FatFat

♥ 1038

E' Reale

Penso ai miei nonni
in palazzi tipo ghetto,
ai tempi dei pochi pranzi o digiuni,
chiusi i terroni al freddo.
Guardo mio nonno con rispetto
mai venduto, dal sud un povero vero ma sempre onesto
in spalla lo zainetto, in guerra in campi di lavoro
pure mangiando erba mantenne sempre il decoro.
Mi chiede "come vanno studio e lavoro?"
gli dico "tutto buono" sa che è ciò che da valore a un uomo.
lui mantenne una famiglia senza nulla
niente titoli, per questo adesso lui mi dice "studia".
mia nonna chiusa in casa sola,
mattino e sera, esce per la spesa o per andare in chiesa.
ha la madonnina appesa, in camera la prega
sua unica companga nella miseria nera.
A mio padre dicevan: "figlio di negri! terroni a casa!"
più grande poi sti froci li picchiava
a casa - non si mangiava
solo pasta pasta pasta, la carne era merce rara
lui diceva "basta basta basta!"
ma volerlo non basta, cambi la vita in Lire nel conto in banca.
So cos'hann passato in quegli occhi
poche cicatrici, ma è l'anima che accusa i colpi.
Do il valore giusto a quei giorni in testa e nei ricordi,
per questo do merda grezza, fanculo i sogni!

E' reale, come una ragazza già madre, che si toglie di bocca il pane e non può allattare
E' Reale, come un figlio senza padre, che cerca una guida fisica, non spirituale!
x 2

Parlo di mio zio e il nonno
che stanno male in una popolare con l'assistenza sociale.
l'ultimo piano ha solo scale,
il conto è in rosso come gli occhi del nonno e pensa a ciò che è andato a puttane.
Mia nonna è morta di malattia terminale,
le mando un bacio, spero che lassù riesca ad ascoltare,
con un figlio down più in gamba dei clown
che vedo passare in giro,
lo stringo forte, capisce che ammiro.
Lavora al centro, sente la musica dentro, da piccolo lo zimbello
perchè stava solo ed era più lento.
Ora la notte va a letto, prega con la compagnia
di Radio Maria e si addormenta presto.
Al cimitero con mia madre e loro faccio il duro,
ma dentro mi commuovo - so com'è star da solo.
C'è una bella foto di mia nonna che sorride,
ci ha lasciato presto , mi zio guarda il cielo e dice che è li che vive.
Mi chiede se potrà riabbracciarla, io gli mento sorridendo dicendo di sì,
ma non in queste vite.
Se ripenso ad ogni sbattimento, sfrattati a calci in culo sul cemento
senza manco avvertimento.
Do liriche di vita vera, chi ancora spera
ha il mio amore incondizionato in qualsiasi cosa creda,
ho il compito serio - di poeta
che da speranza a chi mangia troppa merda e ora vuole roba vera!

E' reale, come una ragazza già madre, che si toglie di bocca il pane e non può allattare
E' Reale, come un figlio senza padre, che cerca una guida fisica, non spirituale!
x 2

E' Reale — KBC & FatFat
inserito da

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook