13k+ testi hip hop italiani.

11. L'Altra faccia della Costa (Prod.Restin Pees)
Kill Mauri

♥ 1560

Ehi, sul digitale terrestre va in onda un'altra costa
una faccia lussuosa di un'isola che non è nostra,
volti sorridenti che sorseggiano bottiglie costose
fanno una vita tutta fiori e rose.
Metà di imbottiti di dinero spendaccioni Padani
si sentono stranieri non italiani
palme come in California, belle spiagge, bel mare
locali da milionari dove non posso entrare.
Ma che succede quando ottobre porta via il sole
e voi alzate i tacchi dopo quelle vacanzuole,
dopo quei mesi di stagione e disoccupazione
solo cinque mesi fottuti come servitore.
Noi frequentiamo pure scuole da servitori
(i servitori di classe servon grandi signori),
gli stessi padroni degli alberghi dove lavori
che a fine estate vanno via...

Rit. Noi siamo l'altra faccia di quella costa che vedi alla tele
branchi di migratori da sempre in catene,
desolazione d'inverno è l'inferno
partenza, non ci resta che abbandonare casa.
E di sto posto ti ricorderai due cose sole
quanti soldi c'hai lasciato e quant'è bello il sole,
che di qua si impicca ai trenta goppà
eja, perchè è tutto il contrario di come credi tu.

Il succo del discorso è che, chi resta muore
sotto tutti gli aspetti casa mia muore,
non puoi che andare altrove in cerca della banconota
per questo al nord Europa, il sardo è una lingua nota.
Cronaca rosa, stappa bocce di Champagne al Billionaire
e dopo la festa noi puliamo a Chant'e Clair,
moneta unica, una merda unica
ma chi ce l'ha non dubita e noi siamo nel baratro.
Tre amici su dieci vivono dalla droga
tre su dieci a Londra per lavoro e cambiare aria,
tre su dieci mollano per la droga e la scuola
uno si impicca ogni tre mesi per questa malaria.
Intanto le riviste parlano di vips incinta
spero che perdi quattro figli e nasce mia la quinta,
dopo di che andrò via da qua, via da qua
perchè il destino di chi vive qua, vive qua.

Buona la prima, questo è Kill Mauri aka Restin Pees

Rit. Noi siamo l'altra faccia di quella Costa che vedi alla tele
branchi di migratori da sempre in catene,
desolazione d'inverno è l'inferno
partenza, non ci resta che abbandonare casa.
E di sto posto ti ricorderai due cose sole
quanti soldi c'hai lasciato e quant'è bello il sole,
che di qua si impicca ai trenta goppà
eja, perchè è tutto il contrario di come credi tu.

11. L'Altra faccia della Costa (Prod.Restin Pees) — Kill Mauri

Inserito da Michela Murtas

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook