13k+ testi hip hop italiani.

Elogio alla follia
kSuan

♥ 739

Ragione e sentimento divise nello spazio di un'istante
qui a razionalizzare ogni singolo momento
o ragionare con il sopravvento dell'istinto?
viviamo ogni giorno sfide difficili,
generazione orfana di certezze, ma non di sogni
aberrazione della logica con le fattezze di una prosa
una chiosa senza termine qui chi osa è senza termini
vocaboli indistinti in una serata afosa
la mente resta indifesa agli attacchi della gente
niente è per niente tutto ha il suo prezzo
nel mezzo un'infinità di parole vuote
colte le sfumature ognuno diverso si è perso in un cammino deriso dal destino
perso in un dilemma infinito...

Cosa sarebbe l'uomo senza senno, ma cosa sarebbe senza avventatezza
ragione e sentimento un briciolo di follia a prendere il sopravvento
lo spazio di un secondo tra una decisione e la sua nemesi
con l'accortezza di vivere giorni presi senza sensatezza
pesi diversi per diversi pesi decisioni con ripercussioni per i mesi a venire
la follia negli occhi di uno stolto
una nave cerca il suo porto tra nebbie e pioggia a dirotto
il senno dirottato verso altri lidi
se sopravvivi a questa vita collidi tra sogni e incubi
uccidi la ragione ascoltando una voce interiore
un'emozione sulla pelle brividi tra le ossa rotte
corri e apri porte giocando con la sorte
facendoti forte di tutte le tue carte
le giornate sono corte portati alla soglia della notte
scatole vuote in mezzo ad un vortice in cui girano ragione e sentimento
la follia gioca a carte con un mazzo truccato
sul fondo di un pozzo gioca la tua partita...

lo spazio di un istante per decidere nello spazio che ci tiene distanti
distanze colmate andando avanti, ascoltando canti nella notte
più ti sporgi e i venti si fanno forti
più ascolti e accogli dentro te il seme della follia
poi ti volti e ripensi col senno di poi
cosa avresti fatto, cosa avresti detto
qual'è il metro di paragone per il senno?
se c'è un disegno qual'è?
resti tale e quale a te stesso un giorno dopo l'altro
tra un salto nel vuoto ed il vuoto di un solco tracciato
qualunque fatto che ti ha segnato nella vita
in quale vita ti riconosci?
volti pagine ricordando volti noti ed altri dimenticati
correndo cerchi spazi tra le pieghe del destino
tra delitto e castigo dei delitti e delle pene
scrivi questo libro con penne
nella vita una volta tutto era più facile
scrivi pagine guarda l'immagine i tratti sono corti
ragione e sentimento divisi nello spazio di un'istante
cuore e cervello percorrono strade distanti

Elogio alla follia — kSuan

Inserito da Massimo Roselli

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook