13k+ testi hip hop italiani.

Gorilla Thai
Lanz Khan

♥ 2468

Io sulle braccia porto i segni dei morsi dei basilischi
intestini incrociati come gli asterischi
i mostri incappucciati girano quando il silenzio grida i fischi
e con 'ste rime ci dipingo musica come Kandinskij
ho i sensi alterati dai gas emanati, dai tubi bucati
nelle fondamenta esplosivi piazzati
ti annientano le maschere di questi coglioni esaltati
mentre canto in 'sta pioggia di stelle coi ranghi serrati
porte chiuse dentro le cantine coi peggio segreti
a pochi passi dai tuoi marciapiedi (fight!)
settimo piano della casa degli specchi
ci faccio freestyle e sono Mr. Hyde che ammazza Dr. Jekyll
tu sei un cane per il circo
e fotti con gli animali scappati dallo zoo di Belgrado
e tagliati la lingua perché devi stare zitto
questa è la vendetta del liricismo
sangue freddo e nient'altro

RIT
Sono colpi sugli zigomi e facce nella fanghiglia
ed è viola nella pupilla, hai la bocca poggiata a un mitra
se, fegato in poltiglia più botte da sensimiglia
con tagli alle sopracciglia nel mezzo di 'sta guerriglia
è impatto sugli zigomi e facce nella fanghiglia
ed è viola nella pupilla, distrugge la meraviglia
ma il suono che vacilla se rimo come un gorilla
e se pesto come un gorilla colpisco come un gorilla

Dentro un sistema sto fuori, come la testa di chi fuma giolle
come l'anima dal corpo in visioni premorte
come i giovani in Mozambico che sniffano colle
edifico pilastri della terra come per Ken Follett
sto dove i nervi si fanno più tesi
dove i pazzi sollevano pesi
dove i legami son per la pelle come coi siamesi
zittisco questi cani, tagli a doppia lama come gli stiletti tailandesi
ora ogni rima scrive una trama
illuminata nella notte come fari e che si dirama
con il sangue venoso dei capillari
sotto le tue braccia e poi ti apre la faccia come i poliziotti israeliani
'ste lucertole si arrampicano senza coda
vanno in contromano col motore di una Skoda
sette candele accende come in Sinagoga
ed è rosso profondo, in questo mare ci si affoga

Ora, smonto questi palchi se prendo in mano il microfono
fuori dal tuo stereotipo esplodono casse e monitor
tutti 'sti campioni che abbaiano e poi non mordono
piangono e si commuovono, rappo più cancerogeno
tutti questi scemi li sfidi ma non rispondono
aspettano e si nascondono, parlano ma non fottono
io rimo nel grigiore per effetto lacrimogeno
e se 'sti cani abbaiano rispondo con le molotov

RIT
Sono colpi sugli zigomi e facce nella fanghiglia
ed è viola nella pupilla, hai la bocca poggiata a un mitra
se, fegato in poltiglia più botte da sensimiglia
con tagli alle sopracciglia nel mezzo di 'sta guerriglia
è impatto sugli zigomi e facce nella fanghiglia
ed è viola nella pupilla, distrugge la meraviglia
ma il suono che vacilla se rimo come un gorilla
e se pesto come un gorilla colpisco come un gorilla thai
lacera gli zigomi sporchi nella fanghiglia
ed è viola nella pupilla, il tuo fegato va in poltiglia
se, luce che non brilla ma acceca la tua pupilla
e che ti apre la vista, girano chiavi dentro le sopracciglia
è impatto sugli zigomi e tiri di sensimiglia
si striscia nella fanghiglia nel mezzo di 'sta guerriglia
ma il suono che vacilla se rimo come un gorilla
e se pesto come un gorilla colpisco come un gorilla thai

Gorilla Thai — Lanz Khan

Inserito da Filippo Fanari

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook