13k+ testi hip hop italiani.

Katane Verbali pt.2
Lanz Khan

♥ 1787

Scritto in cielo come la costellazioni dello zodiaco
ti assale la paura come a un ipocondriaco
hai deboli pulsazioni nel tuo battito cardiaco
perché ho testi che sanguinano a vita come i tagli a un emofiliaco
qua le mie stelle sono corpi di SS
con i mitra sulle tempie e con i tagli sopra il ventre
sto annebbiato nella pioggia
se in zona agli angoli trovi solo neve e bombe come in Georgia
mo, non è un cazzo manco il tempo di rassicurarti
prova a immedesimarti, qui è il metodo Stanislavskij
tra i palazzi c'è disperazione
ti accoltella a ripetizione come alla moglie di Roman Polanski
I love you Sharon ma sta corda sul pomo d'adamo
è come un collare di brillanti che può strangolarti
è l'ora che ti schianti senza la tua vita in mano
salutaci da lontano e dopo recita i tuoi salmi

RIT
Questa è dedicato a chiunque vive e affronta la sua guerra
non smolleremo neanche un metro, questa è cosa certa
soffocato ma non ancora accasciato a terra
per ogni miracolo c'è sempre una strage che aspetta
dedicato a chiunque vive a affronta la sua guerra
non smolleremo neanche un metro, muori e fallo in fretta
soffocato ma non ancora accasciato a terra
Helter Skelter, una strage, devi stare all'erta

C'è chi ha bisogno di una regolata dentro ai sogni miei
questa scena vola via come con gli alisei
dalle katane al machete di Crystal Lake
taglio il quadro della mia anima nascosta come Dorian Gray
quest'arte genera ipnosi, tu riposi in pace
suoni esplosi sulle tracce che arrivano per osmosi
spezzano ossa tipo osteoporosi
rap tubercolosi, tu per così poco ti vendi compa' chi cazzo sei
le borse sotto agli occhi miei
sono piene di molotov che ora esplodono
ed infuocano queste falene
libera la bestia che ha già rotto le catene
qui non basta il cicatrene per ricucire le vene
se, mo col cazzo che mi scanso
katane verbali forgiate con le tecniche di Hattori Hanzo
che tagliano gli zigomi agli mc così taglienti
che scrivono il nome mio nell'acqua come John Keats

RIT

Noi, fra', non ci ritiriamo indietro
l'anima sul ring per non andare al tappeto
e no, non smolleremo neanche un metro
katane verbali che squarciano in mille pezzi l'alfabeto
e noi, frà, non ci ritiriamo indietro
l'anima sul ring per non andare al tappeto
e no, non smolleremo neanche un metro
katane verbali che squarciano in mille pezzi l'alfabeto bless

Katane Verbali pt.2 — Lanz Khan

Inserito da Filippo Fanari

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook