13k+ testi hip hop italiani.

Odio Chiama Odio
Linea 2

♥ 758

[Self]
...Secchi contenenti sangue, lacrime e sudori
versati in una botte che nasconde mille fori
come un idra dalle sette teste, combatto ma resiste
ne taglio una, ma più forte cresce...
come fuoco eterno! immagini l'inferno!!?
guardati attorno, lo vedi ogni giorno
scorre lentamente-inquinante come il Sarno
un insignificante verme che diventa serpe
un germe, nato da contaminate terme
odio oceanico, liquido si espande
acido solforico, effetto devastante
come coma etilico, fegato alle corde
fin da bambino, l'uomo è meschino
l'adolescente va costante contro la corrente
quand è maturo, si pensa infine che ragioni
la differenza è che fa del male con criteri
provoca crateri, odio come magma
come samurai! la vendetta è un dogma
che sia sentimento oppure lucida follia
un piede nella fossa, un passo verso l'anarchia
sembra paradosso, ma forse è necessario
non porgo l'altra guancia e non recito il rosario
soltanto percorrendo l'inquietante via oscura
coglierai il bene nella luce dell'aurora
...libera, il tuo risentimento come Nietzsche
ma non lasciarlo diventare con te stesso un Duce
frena quella belva che desidera mattanza
o altrimenti sarà solo sana ultraviolenza...

Rit x 2
Odio cieco, non vedi più la luce
vivendo all'oscuro non accetti più la pace
l'occhio ormai è fatalmente adattato al buio
e l'uomo è colpevolmente abituato all'odio

[Poker]
Forse è dentro noi, come il battito del cuore
collegato come la fatica ed il sudore
facilmente, si perde il controllo, l'auto perde aderenza
se si riceve odio, odio è la sua conseguenza
tutti adattati a questa legge senza scrupolo
scritta su una strada di cui io sono discepolo
è parte di noi stessi, la cultura del mio popolo
pronti a giudicare e a dare vittime al patibolo
odio vivo nutre, il nostro quotidiano
veri amici? o veri Giuda? tendono la mano
il mio dito medio sempre pronto, a chi mi ha dato contro
aspettando impaziente il giorno dello scontro
come nel deserto ho sete, sete di vendetta
orgoglio batte in testa, vuole, la tua sconfitta
di sto mondo, di sta vita, una cosa che non ci piace
l'uomo senza vendetta è un uomo che non si da pace
manca il rispetto, scoppia la scintilla
la pazienza è come un muro ma bombardalo e crolla
scoppia facilmente, l'ira è come una bolla
chi ci va di mezzo sotto le macerie strilla
si sfocia in violenza, bandiere e concorrenza
cresce l'ignoranza che si fotte la sapienza
c'è una via d'uscita, una luce in mezzo al buio?
o siamo ormai colpevolmente abituati all'odio

Rit. x 2

[Self]
...Come una clessidra in costante movimento
sabbia a granelli segna il pieno di tormento
rabbia, scandisce, l'incedere del tempo
ferite aperte bruciano, si torna giù nel campo...
aperto per lo scontro! per riparare un torto!
rancido rancore per la legge del taglione
opinioni ostiche, decisioni drastiche
offesa ricevuta come la cicuta, mastica!
veleno! le persone ne hanno fatto il pieno
sacco d'ombre collettivo sempre più scuro
istinti repressi, complesso di Edipo
sfogati dall'Italia cinta dell'elmo di Scipio
eserciti, posizionati sopra la scacchiera
al segnale pronti a scatenare la torcida
dal palazzo osservano, otto grandi boia
si gioca aspettando solo che qualcuno muoia
teste di cuoio, e tempeste d'acciaio
reparti celeri, e sono fuoco, fumo e ceneri
contro cani sciolti erranti, black blocks
"I shot the sheriff", Bob & dread-locks
eretici, fanatici, fede cieca in Geova
no global, anarchici, testimoni a Genova
ideali infranti come vetri nei negozi
senza armistizi, contro pregiudizi e vizi
caccia all'infame, come Ottobre rosso
zona rossa, sangue rosso, cariche di posse
colpo di Stato, di testa, colpo di pistola
cranio perforato, un corpo cade al suolo
...un proiettile, un estintore, cosa cambia!?
lo sbirro morto, sarebbe forse stato meglio!?!
l'odio cresce, e fioriscono i suoi semi
marmi freddi dove adagiare crisantemi...

Rit. x 2

[Poker]
Forse le metropoli accrescono il disagio
sempre più meschini, più vittime del contagio
sguardi mi appaiono, sempre più incattiviti
ideali scompaiono, sempre più accantonati
il valore della vita sotto quello del denaro
il sapore della sfida troppo amaro, se non baro
il prezzo da pagare è troppo caro
ferro contro ferro, salvo la mia pelle quindi sparo
a Milano e hinterland, quartieri in battaglia
randagi cani sbranano chi sbaglia
sempre più complesso il meccanismo per farcire una paglia
incazzati, già al mattino, al suono della sveglia
cresciuto tra scazzi di poco conto
coltivando odio che cresce piano e vuole un resoconto
lo evito, cerco di scansarlo, di aggirarlo
di bandirlo, ma resto incapace di soffocarlo

Rit. x 4

Odio Chiama Odio — Linea 2
inserito da vassilij zait self

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook