13k+ testi hip hop italiani.

Cinque Minuti Di Paura
Lou X

♥ 18697

Io camminavo per la strada, lui a fianco e sullo sfondo una chiesa vicino,
da tempo un uomo lui ed io poco piu' di un ragazzino.
Aveva fame e freddo dentro agli occhi
aveva l'odio per i ricchi e per le macchine dei poliziotti
entró nel giro da frichino con un paesano,
faceva gli affari con i grossi mentre io giocavo,
e quel campetto era il suo diversivo
ma io gli stavo appiccicato come un muro sta s'un adesivo
"Ma giá la gente ti conosce sai, e quando la gente parla troppo te ne
accorgerai"
gli dicevo, ma non mi ascoltava, era allerta,
e si ritirava come sempre con la sua lambretta.
Non passava giorno senza svolta in mano,
era un mio fratello, ma nemmeno mo' io mi fidavo
c'era molta folla nella via,
quando lasció la sua casa accompagnato dalla polizia.

Cinque minuti ancora...
passa veloce come un colpo della sua pistola.
Cinque minuti per una storia...

E quella notte non mi passó mai
ma é da quella notte che cominciarono i piú seri guai
le prese perché non ha mai parlato,
il suo silenzio era rispetto e nella strada fu alzato di grado.
Ed i suoi affari si allaraavano anche se fuori
cresceva l'invidia e crescevano i suoi traditori
perché si sa che quando uno sta a ruota non c'é scampo
e per qualche grammo ti fa anche lo scalpo
Dopo il sole il buio, tutto finiva come era iniziato
pera dopo pere e un po' di furti al suo vicinato
l'eroina é merda che sa di vaniglia
non sai piu' chi sei e dove sta la tua vera famiglia,
percio' rubava anche a sua madre e al padre, e anche a suo fratello
che sapeva ma non ha mai provato a trattenerlo
perché negli occhi gli vedeva amore, gli vedeva rabbia
presa da una spada eppoi rinchiusa in gabbia.

Cinque minuti ancora...
passa veloce come un colpo della sua pistola.
Cinque minuti per una storia...

Oramai affannato come un affamato lo incontravo per la strada
e non so nemmeno se mi riconosceva,
barcollando con la morte che gli stava appresso,
che prima o poi se lo portava ai piedi di un cipresso.
E gli sbirri lo lasciavano stare
perché gli sbirri sanno bene di che cosa si devono occupare
e qualche tossico fa pure bene, dá la forza
a chi usa le leggi dello stato e ingrassa la sua scorza.
E successe un po' di tempo fa,
che per risolvere dei soldi torno' a casa nella sua cittá
rientrava, si, ma con una pistola che stringeva in pugno
suo fratello lí e la madre chiusa in bagno
Davanti, sangue del suo sangue, carne di carne sua
che si guardavano negli occhi pieni di paura
"Qui non porterai via niente finché campo!"
Il silenzio prima, poi si é udito uno sparo dopo l'altro.

Io dico quel che so, parlo come sto
prova ad assaporare quello che racconto mo'
perché é cusci', questa é la storia di un dannato,
perché questa é storia di una razza che 'sta societá ha giá condannato.
Se giá lo sai, perché é come ho detto prima,
la mente si controlla quand'é veramente sovversiva.
La svolta d'ero é come un terno al lotto,
ed ogni volta che esce un numero ogni volta pensi che sei morto
e questo pezzo é dedicato a chi lo ha giá pescato
e a chi non mi puo' piú sentire perché é giá crepato.
a chi non guarda se lo guardo in faccia
ad un fratello di un fratello che per questo ha perso la pellaccia.

Cinque minuti ancora...
passa veloce come un colpo della sua pistola.
Cinque minuti per una storia...

Cinque Minuti Di Paura — Lou X

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook