13k+ testi hip hop italiani.

La filosofia dell' asfalto
Menhir

♥ 972

MOMAK:
Sbatto le ali che sanno di sale riemergo tra i mali
tra i maiali mai leali rivali senza ideali
mentali viaggi abissali rituali in mezzo agli squali
vitali come branchiali per chi vive tra i fondali
spe spe speciali rime super minimali
sforno tra anime ed umani immani, ed animali,
tra le mani stringo un mic per restare tra gli annali
con testi usuali e contesti attuali tra i più bruttali
gioco con le vocali non credo alle credenziali
firmo con le mie iniziali a caratteri cubitali
il mio nome riempie i locali ma non c'e' mai sui giornali
perché i titoli sono per i rappers stagionali, chiediti se vali
qui non esistono manuali non puoi uccidere chi ha inciso la storia tra gli immortali
vuoi fottere senza conoscere i fondamentali
ma su questi tali di merda ne spalo a quintali..
Questo e' l'hip- hop che viene
dall’asfalto con il bom bap dritto dal basso
dove esalto le mie rime quando passo e surclasso
faccio scuola e porto in alto il flusso grasso menhir...
KINGAIE’:
Vivo, coltivo, condivido ed affilo questo fastidio
Lo porto in giro inciso come uno sfregio sul viso
Lo imprimo e lo scrivo sul papiro quando mi ispiro
Lo esprimo da quelle strade che assiduo sfido e respiro
Arrivo preciso intriso di un esplosivo flow
che incido oppure dal vivo improvviso in ogni mio show
OH!OH! sto con chi ammiro e son schivo con chi denigro
Confido in chi mi è vicino e diffido di chi non stimo
Rido di chi fa il figo con il sorriso ambiguo da divo
Perché so già che al primo giro lo infilo in castigo
con queste metriche e ritmiche, liriche esplicite
specifiche tecniche atipiche e chicche stilistiche
che sprigiono dal microfono quando m’intono sul krono
ed esploro, provo, trovo e scovo un nuovo suono
sono su questa traccia che traccio un tracciato e straccio skills
e intreccio e incrocio trame strette di rime sul beat!
Questo e' l'hip- hop che viene
dall’asfalto con il bom bap dritto dal basso
dove esalto le mie rime quando passo e surclasso
faccio scuola e porto in alto il flusso grasso menhir!
MOMAK:
Più più piuttosto indisposto dispongo d'inchiostro dimostro e ti mostro
con stile le rime che imposto e scompongo sul posto
col presupposto che mi discosto da tutto e tutti
resto composto e mi gioco tutto in pochi minuti
sono l'opposto di chi e' capo di un branco di lupi
il mostro che saluti poi di nascosto rifiuti
mentre mi oppongo compongo soltanto contenuti
non mi contengo trattengo e per te son giorni cupi...
KINGAIE’:
La mia forza è nell’attimo, nel sussulto di un palpito
Nel tumulto che suscito dentro il culto del battito
Nell’esulto del pubblico sotto il palco in cui scalpito
In ogni strofa che macino e in ogni verso che mastico
Su un 4/4 classico da cui forgio tritolo
Con lo stile acrobatico made in scuola nugoro
Dritto dal sottosuolo con questo nuovo lp
Dove promuovo innovo esplodo detono il mio tnt!
Questo e' l'hip- hop che viene
dall’asfalto con il bom bap dritto dal basso
dove esalto le mie rime quando passo e surclasso
faccio scuola e porto in alto il flusso grasso menhir!

La filosofia dell' asfalto — Menhir

Inserito da Salvatore Seddone

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook