13k+ testi hip hop italiani.

Ti Amo
Microphones Killarz ft. Dj Kamo

♥ 1363

corro gambe corro neve mangia fiume
angelo di dio salvami da sto pattume tavolo si mobile
freddo io mangio solo paura contatto muro mi piace il suono
il mi camino pulsa attira e non so dove vada poi a finire fumo e calore
testi sempre stessi occhi mai diversi naso goccia e sangue
salagiochi e teschi vieste botta san giovanni botte mberto e la notte
bombolette e bombe paura sudo brutto ma poi l’alba visita con calma
foto mami s’allarma piedi nudi e zitti dolor di denti e si frantuma
coma di un minuto e lo scemo si raggruma buio luce buio buio poi basta
immaginiamo sto fermo e t’amo

i baci alla francese, le mani e le pretese
i pianti dentro ai blog, la mamma e le diecimila riprese
le botte non le ho prese, mi chiami e siamo tese
restiamo dentro i corpi con le bocche sull’arnese
la nonna, la stanza, di pantaloni privo
sorpresa abbondanza, ed io che non arrivo
l’amica, la pancia, il pearcing, l’ombellico
la fica, m’arraggia, mannaggia lo intuivo!
ferraglia, concerti, microfoni aperti
freestyle, battaglia, “corrado non le azzecchi!”
la spiaggia, fatico, ritardo mesi ciclo
ti uccido, fujico, rubi il cuore del mio amico
io tornerò (fidati di me che so bene quello che faccio)
sto fermo e ti a-mo

[rit.]

passo svelto asfalto asciutto scarpa rotta piedi a lutto
vedi tutto sguardo furbo incrocia gli occhi a chi è di turno
son taciturno per disprezzo mi godo l'andare a spasso
poichè avendo un automezzo non passeggio più da un pezzo
passo un lampione una panchina sto i giro da stamattina
finite energie e adrenalina insieme a ogni aspettativa
deriva che sia incline all'idea di sedermi
ma la declino e attraverso la strada attraverso pensieri fermi li
davanti a me in attesa di essere letti
galleggiano nell'aree immersi in un maree di difetti
affluenti ad essi fiumi di preconcetti
stretti tra argini eretti dalla odio che non ammetti
netti i pesi e le misure che gli diamo,
camminiamo senza un senso finchè non lo troviamo
però poi mi fermo e ti amo,
dentro una città che non è una giungla di cemento ma uno zoo umano

foggia viaggio fico il vecchio piange in nuovo
muovo passi provo hip-hop abbono nome rispetto
rabbia mai detto dentro esplodo se non prendo tempo
fumo serve aggancio di qualcuno grammo bilancia chiovo e giuro
soldi ragazzate emmekillah estate suonate ma pagate sclero zero fidanzate
otto sono i soci profondi sono i mari 10000 sfighe sogni e palombari
vita piazza spesso e sempre macchina e ragazza sesso finalmente
roma vent’anni e non funziona parola legato ancora famiglia abbandona
nervi puzzle stacco o sfaso ammazzo a caso o ammazzo il caso
ammazzo il capo il boss il papo strozzo e sgazo sbrinzo e sbraso
stronzo sbronzo sbrocco e paso sono strano un altro poco stiamo ed io sto fermo e t’amo

[rit.]

Ti Amo — Microphones Killarz ft. Dj Kamo
inserito da Anonimo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook