13k+ testi hip hop italiani.

Spalle al muro
Mondo Marcio ft. Strano

♥ 2471

ogni giorno è più strano, ancora qua a milano, libertà è una parola da dire piano, gia da dire piano
e ogni giorno è più strano sempre più strano, il sole sembra più lontano, ho la testa su un aereoplano

rit
quando la vita ti lascia con le spalle al muro, questa gente ti guarda duro, quando la vita ti lascia con le spalle al muro non hai niente, niente di sicuro

ancora qua ancora spalle al muro, dicono le stelle si vedono meglio quando fa scuro, ma fra giuro, che senza questa musica non carburo, puoi saltare come un canguro, ai miei concerti ma se guardi ad occhi aperti, sono più freddo di mille inverni, gelato con un uomo di neve, anche se non l'ho mai portata al dito devo aver perso la fede,come reagisci quando il tuo universo cede, hai fatto i soldi ma ti sei perso in un mercedes, e anche se provi ad aprirti la gente questo vede,come uno che muore per l'alcol e lo stesso beve, già lascialo scendere, stiamo andando più in basso e dio non ci verrà a riprendere, ne ho viste di tutti i colori come le tempere, ricordi eravamo io e te era settembre, mi sentivo un paladino dartagnan, ma avevo in uno spino più prezzemolo di gardaland, se la tua infanzia è stata una fuga da alcatraz, non scappi dal passato tutto ti rimanda qua

rit

abituato a combattere per ciò che voglio, ho raccolto un sacco di erba ma mai un quadrifoglio, per come scrivo sembra che sparo al foglio, se non ti piaccio fra puoi stringerti le mani al collo,
e strozzarti e rismarmiarmi la fatica, dicono che uccida meno una spada che una matita, nel mio caso la uso alla nikita,capa fuori dal tunnel io cerco ancora un'uscita, per quelli come noi non sai che prove ho affrontato, per quelli come noi piove sul bagnato, e dove sono stato le stagioni passate? a fare in modo che marcio non fosse il fenomeno di un'estate, faccio da prima che Torme cantasse bye bye, combatto come il muai tai, e visto che riempio i-lights, taglia le cazzate, se mi mettono all'angolo e allora che mostro le mie palle quadrate

rit

fra guarda dove siamo, ancora qua a milano, libertà è una parola da dire piano, da dire piano, e ogni giorno è più strano sempre più strano, e il cielo sembra andare piano, ho la testa su un aereoplano,

rit

Spalle al muro — Mondo Marcio ft. Strano

Inserito da Gabry Mangiapane

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook