13k+ testi hip hop italiani.

Mai K.O.
Mr Phil ft. Don Diego

♥ 2201

YO YO YO YO Don Diego, Mr.Phil, 2012, Poteri Forti,
Crotone is in the bulding, Roma is in the bulding.

La mia musica è uno sfregio alla tua auto con sirene blu,
entra nel tuo cuore e ci fa un inversione ad U,
tieni sul volume, perche senza l'emozione,
siamo carne da macello in un enorme barbecue,
a one two, prova check ora c'è,
scrivo col sangue "pe chi more pe mme" come Ntò e Luchè,
sono cresciuto con mio padre che mi imbottiva di De Andrè,
mia madre mi diceva di Verlaine, poi ho scoperto il Rap,
quante notti a piangere una stronza,
mentre i giorni li affrontavo a muso duro con la forza,
ed anche se ho guardato indietro, ed ho bruciato la rincorsa,
ciò che mi ha salvato è il lato oscuro della fotta,
basta cazzate il paradiso non c'è,
e se un infame resta infame, allora un re resta re,
so che se ancora combatto e mi faccio forza è perchè,
da qualche parte chi mi ascolta questa forza la porta con sé.

RIT:
Non puoi mandare mai me K.O.
manco se trucchi e vinci a punti questo incontro di Boxe,
pure se il fuoco brucia l'acqua saprò,
tenere intatta questa sete di sapere che ho,
lascia che sia, voi siete poesia,
quel che sia, quel che sai,
quel che è, quel che sò,
pure se il fuoco brucia l'acqua saprò,
tenere intatta questa sete di sapere che ho.

Nel mio palazzo siamo dodici famiglie in sei ripiani,
a conti fatti, stiamo 7 tumori e 2 funerali,
la fabbrica che vende il fumo che ci fumiamo,
è la stessa fabbrica che sputa fumi e vari gas mortali,
eppure non ci trovi lacrime negli ospedali,
solo fiocchi di neonati e fiori sugli altari,
non sai, quanto invidio i miei amici delle elementari,
che hanno messo su famiglie in case popolari,
e tutto quanto arriva dopo come le puttane,
citta di marinai, operai, vento, campane, amianto, catrame,
amando puoi trovare il tuo reame, e d'oramai a dio puoi solo dire Amen,
anime nell'ora d'aria bruciano denari,
padre e madri negli uffici fanno straodinari,
io non la regalo la vita, strade statali
la vita che mi porto il spalla è uno Stradivari.

RIT:
Non puoi mandare mai me K.O.
manco se trucchi e vinci a punti questo incontro di Boxe,
pure se il fuoco brucia l'acqua saprò,
tenere intatta questa sete di sapere che ho,
lascia che sia, voi siete poesia,
quel che sia, quel che sai,
quel che è, quel che sò,
pure se il fuoco brucia l'acqua saprò,
tenere intatta questa sete di sapere che ho.

Torna pure tra i risorti, affidati ai poteri forti
guardati dal fare i torti oppure stiamo ai ferri corti
chiedi ma non dici soldi, guarda caso tutti sordi
ma non basta per ucciderci ormai.

E poi che tu ci creda o meno, la tua vita vale un botto,
anche se sei figlio di un preservativo rotto,
anche se non hai l'auto e non hai vinto all' enalotto,
e non stai con quella fica che ha il cervello di un bassotto,
e uguale anche se vivi nel caos di un monolocale,
col bagno a un centrimetro quadrato dal salotto,
e per l'affitto stai dietro il bancone di un locale,
con lo stress di rovesciare, ogni boccale su un giubbotto,
che tu sia un professore di filosofia in pensione,
ragioni da una vita per cercare la ragione,
non hai una mezza mela a cui parla di passione,
la sera leggi libri di Bacone sul balcone,
per me puoi stare sopra o restare sei piedi sotto,
stare sulla cresta dell'onda o restare all'ombra,
io vivo i miei giorni con la testa o col corpo,
la mia vita è tale quando lascia nelle altre un solco.

RIT:
Non puoi mandare mai me K.O.
manco se trucchi e vinci a punti questo incontro di Boxe,
pure se il fuoco brucia l'acqua saprò,
tenere intatta questa sete di sapere che ho,
lascia che sia, voi siete poesia,
quel che sia, quel che sai,
quel che è, quel che sò,
pure se il fuoco brucia l'acqua saprò,
tenere intatta questa sete di sapere che ho.

Mai K.O. — Mr Phil ft. Don Diego

Inserito da Giulio Caruso

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook