13k+ testi hip hop italiani.

un diamante nello sporco
Musashi

♥ 899

tu chi sei una vipera sei medusa
sei la scusa che il mio alter ego usa per buttar giù versi
immersi in questa fredda tormenta
così diversi e così uguali
la mia ragione esausta si addormenta
la colpa non è manco tua come sempre
ma sono io il demente che ci mette tutto per poi ottenere niente
zero Eugenio non ti manca Musashi tanto meno
eri prima della musica per questo non ci credo
tu manco ti immagini quanto riesca ad odiarti
quanto ancora vorrei darti e quanto vorrei farmi avanti
ma i tuoi no sono letali come un colpo di fucile a pompa
e io non sono in grado di vederti un'altra volta
col sorriso fisso in faccia fra le braccia di qualcuno
che sicuro non conosco ma gli offrirei del cianuro
ora mai è troppo tardi per improvvisarsi un altro
intanto piango ubriaco come un babbo e non la pianto
sarà colpa della mia spocchia del voler farmi vedere forte
intanto prego per la morte ma non per la mia
ma per quella di quel figlio di puttana che ti fotte
a te auguro un bel herpes a quel verme un autopsia
fatto sta che mi manchi troppo invero similmente
sono scemo il doppio se lo nego a tutta questa gente
più tu ti allontani
più io mi avvicino al fondo senza le tue mani
in questo mondo non ho più un domani


volevi una canzone eccola adesso ce l'hai dai
tanto son sicuro che non te l'ascolterai mai
quanti guai abbiam passato ma oramai tutto e crollato
nonostante tutto questo capo non l'ho mai abbassato
tu eri un diamante nello sporco
hai estorto il mio demone e poi l'hai reso innocuo
e resti l'unica ad avere due occhi per me
tanto belli quanto questa maledetta musica
io sono stanco di sprecare lacrime e di non pensare ad altro
ma per musa sei la musa mi alimenti l'arte
sputo inchiostro e collera su un foglio
bevo finché non barcollo
un cappio al collo
presto la testa decollerà
guardo le nostre foto
io vorrei vederle ardere
mangiate come carne dalle larve
non è un gioco
quest amore, quest amore
è una tortura duratura
tu pura chiara come la luna
io prendo fuoco
ricordando la tua voce
sussurrarmi quanto ti amo
quanto siamo ora lontani
io manco me ne capacito
non ricordo più il profumo della tua pelle senza l'abito
il panico senza di te questo mondo è un estraneo

un diamante nello sporco — Musashi

Inserito da Mattia Usai

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook