13k+ testi hip hop italiani.

La Mela di Eva
Musteeno

♥ 1337

Intrappolati dentro confini invisibili
fili legano giorni che trascorrono sempre simili
privi di spessore ibridi di notti mal riuscite
ad occhi spalancati e non saper dormire
doni di una vita a mille all'ora tra viaggi
vena di un sistema che incatena gli ingranaggi
oggi tira forte, domani non si sa
semplicità non è contemplata, c'è complicità
che ti da subito le spalle rivolte
succede a fare affari con il gatto e la volpe
ma se ti giri tu c'è una lama già pronta
che affonda all'improvviso e nessuno ti affronta
l'orologio non aspetta, ha fretta e non da scelta,
di sti tempi voglion solo farti su alla svelta,
facce sorridenti con occhi al veleno
e parole più taglienti della spada di Ghemon
vogliono un nemico, puntano il dito indice
ed ascolta il tuo programma preferito,
lo show della realtà nella quale ti consumi
guardando te stesso sopraffatto dal peso dei luoghi comuni
ti riconosci a stento anche vedendoti in gioco
una sottile consapevolezza che non metti a fuoco
e la coscienza bisbiglia nell'orecchio
che il nemico peggiore è quello nello specchio

Rit.
Qualcuno vuol rubare il tuo posto (Ce l'ha con te)
Qualcuno che ti spia di nascosto (Vuole te)
Qualcuno minaccia le tue certezze (Somiglia a te)
Qualcuno che ti strappa la carne con le carezze

(Corri) A perdifiato fra le mille facce
(Vai Corri) Finchè l'ombra non ha perso le tue tracce
(Si Corri) Attraverso il vuoto dell'esistenza
(e Ancora corri) Scappando dal nulla che ti spaventa


E' un morbo che porti addosso contorto
alle interiora finchè non sarai morto e sepolto
lento stillicidio sopravvivere contento
vedendo nell'iride il diavolo in te che ride
Per il dolore ha una terapia che non serve
in coda suona il clacson ancora prima del verde
pesta sopra all'acceleratore con colpi decisi
sgomma e scanna coi fili dei freni recisi
Immagina il migliore dei mondi possibili
vivendo dentro incubi verosimili
Nulla cambia manco schiacciando attentamente ogni tasto del telecomando
Piangendo le menzogne della scheda elettorale
è lama di pugnale sui polsi in verticale
Ti affoga nel fondo del bicchiere in cui metti
sigarette spente fumando nervi in stecche
vince in lotteria il tuo stipendo e mette a segno
l'ennesimo sogno a fine mese e dato in pegno
mentre i bimbi piangono sotto la voce alta
la calma apparente si scalda niente si salva
fuori controllo se prendi in mano la rabbia
entra in scena la realtà va alla ribalta
rivela verità nella maschera di gesso
mordi la mela di Eva, frutto del progresso


Rit.
Qualcuno vuol rubare il tuo posto (Ce l'ha con te)
Qualcuno che ti spia di nascosto (Vuole te)
Qualcuno minaccia le tue certezze (Somiglia a te)
Qualcuno che ti strappa la carne con le carezze

(Corri) A perdifiato fra le mille facce
(Vai Corri) Finchè l'ombra non ha perso le tue tracce
(Si Corri) Attraverso il vuoto dell'esistenza
(e Ancora corri) Scappando dal nulla che ti spaventa

La Mela di Eva — Musteeno

Inserito da Alessandro Zakka Mariolini

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook