13k+ testi hip hop italiani.

Megalopolis
Musteeno ft. Julia Kee

♥ 1058

"Milano è un po' fredda, ma qui vivo bene, si fa musica all'angolo quasi tutte le sere.."

Musteeno
Si sveglia la mattina, in bocca ha il sapore rancido
della sera prima, misto fumo e alcool è il suo alito
dalle ciminiere sale alto e fiato al freddo
col piede sbagliato svogliata scende dal letto
ha la faccia pulita per avere mani strette ma
sotto i gemelli della camicia tagli di lamette
è un misto di vida loca e bigottismo
in un sottile confine tra santi ed anticristo
e cane mangia cane, la foto impressa sulla cartolina
della mia città natale, lei fa sempre finta
di leggere il giornale non saluta,
non conta mai chi sei ma conta solo la valuta
tu continua a bussare, la porta è sempre chiusa uguale
ha fede ma non crede in nulla che non sia materiale
sgomma e impenna, schiaccia il gas in tangenziale,
accelera e sorpassa finchè non si va a schiantare
col sorriso e un paradiso grigio, mia scenografia
dal giorno primo ed il suo grido, nel silenzio in periferia
isteria collettiva, vita pendolare,
nessuno sente mai niente per quanto forte possa urlare.

Rit. Julia Kee
Sogni, desideri persi in compromessi
Tra vie e club, mode ed eccessi
And find the way to get lost
It's almost night like fist in full flexion
Espira, ascolta rumori sparsi
Cammini solo sei uno tra tanti
Where's the sky, through the shut window
I see the sunshine that is just an illusion..

Musteeno
All'ora di pranzo una sveltina da bar, o un fast food
tutto monouso, niente a misura d'uomo quassù tra
le colonne e il duomo, San Siro e San Babila
Sant'Ambrogio latita da tempo e gira in Cadillac
e predica da schermi luminosi nella metro
sotto i caseggiati armati a mattoncino lego
alta moda, figlia dell'estetica eclettica
butta sempre giù tutto col fisico da anoressica
e tira su col naso, ma non ha il raffreddore
per cucire ferite come il cuoio di un pallone
madre fata dorata, ha lacrime per le sue pene
prima era da bere adesso c'ha il Delirium Tremens
e i suoi figli col tempo sulle facce,
le mani nelle tasche, cercano una dose più potente delle altre
hanno storie nelle calze, nelle suole delle scarpe
mentre il sogno nella testa vuole diventare grande
come il sole rosso fuoco allunga le ombre
infiamma l'orizzonte si nasconde nella coltre
sotto le finestre che sanno ciò che non vedi
alla luce dei lampioni accesi sui marciapiedi.

Rit. Julia Kee
Sogni, desideri persi in compromessi
Tra vie e club, mode ed eccessi
And find the way to get lost
It's almost night like fist in full flexion
Espira, ascolta rumori sparsi
Cammini solo sei uno tra tanti
Where's the sky, through the shut window
I see the sunshine that is just an illusion..

Megalopolis — Musteeno ft. Julia Kee

Inserito da Alessandro Zakka Mariolini

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook