13k+ testi hip hop italiani.

Se Ne Cade La Città
Ntò ft. Clementino

♥ 8041

Dovrei gridare ad un megafono
a cavallo su un semaforo
frasi su uno scatolo
ma la rivolta inizia in strada
e se incontra qualche ostacolo
finisce intorno a un tavolo
dimentica faccia e martello
e più di prima forchetta e coltello
fissi le perdite sull'epidermide
per non scadere neanche dopo il termine
escursioni termiche...
utero caldo mente fredda
userò il callo se mi mette fretta
annuso suole nuove ed abitacoli
ho nelle mani tagli e negli occhi gli abbagli
uguali a chi ha abitato qui
parabellum per i paraculi senza fare a pugni
biscotti e caramelle per auguri
partite a scacchi damier giovani Bols
fashion designer ciò mani un pò ovunque
che ne sai ne...sti mongoloidi manco li odi
ho chiodi per appenderli
ungo il mio nome d'olio e poi dopo provano a prendermi
all'angolo rimangono come nel parco d'angolo
marrone giallo blancolor(?) nascondono nel dondolo(?)

fratellì la rivolta è nell'ombra e tu
ma quale rivoluzione della tivù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno...tutti
e se ne cade la città guagliù
e se ne cade la città guagliù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno

Cleme-Ntò piante carnivore
fuori come mine e peggiori Hitman
phsychopathic ward e bastardi da NA
denfert monstrat ngopp o microphone blunt
suona rivolta sopra il bunga(?) faccio in tuta
tu fra devi rimane a cuccia
dalle schiere di leoni Stirp Nova
dal quartiere noi cafoni Stirp Nola
super funk e la Iena dal Sud
one-two rap dai 90 solo bambù
fa tu...a tutti non piace Re Artù
le corone sono solo birre...salut
caput rime mammuth
TCA(?) su ngopp o flow so mill punt
qua giù è ancora un tabù
N.t.ò Clementin e a rivolt guagliù

fratellì la rivolta è nell'ombra e tu
ma quale rivoluzione della tivù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno...tutti
e se ne cade la città guagliù
e se ne cade la città guagliù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno

stai per alzare lo sguardo verso il tuo nemico
la rivolta per la strada il microfono è garantito
i secondi contare pronti a sferrare
un colpo mortale...compare

non dare spazio a chi vuoi fermare
l'agio di metterti il collare stronzate

nelle catastrofi cantiamo strofe...normale
oggi a lavoro com'è andata bene? Normale

E se ne cade la città perchè
questo suono rimbomba e trema la terra
sotto è notte fonda
botte da una fionda è un'altra svolta
che ti affonda pronta la tua catacomba
nuova stirpe è un'anaconda

adito a inutili sprechi di alito
e tra l'acciaio e il dialogo
e dove abito è il diavolo
fai della bella vita un valido motivo
cerchi neri come la carrozzeria gliele rivivo(?)

è na città ca se ne care
e a voce nostr esc a rind e cas
è na città che 'mmane aizzate
vole 'pe coppe o davanzal
è na città ca se ne care
e se ne cade la città guagliù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno

fratellì la rivolta è nell'ombra e tu
ma quale rivoluzione della tivù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno...tutti
e se ne cade la città guagliù
e se ne cade la città guagliù
serve din din dero
blin blin dero
faccio cin cin coi bicchieri di veleno







Se Ne Cade La Città — Ntò ft. Clementino

Inserito da Andrea Colletta

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook