13k+ testi hip hop italiani.

Fuggitivo
Omega Underground

♥ 766

FUGGITIVO



DATHA

RIT:
abbatterò, il muro, ascolterò, le voci rabbiose
porterò il mio canto per le strade più nebbiose
spezza le catene, corri insieme a me
cerca la libertà, cerca la chiave

abbatterò, il muro, ascolterò, le voci rabbiose
porterò il mio canto per le strade più nebbiose
spezza le catene, corri insieme a me
cerca la libertà, cerca la chiave

vengo dal deserto più arido e tetro
dove il sole nero crea gelo e frantuma ossa come vetro
e pioggie, lacrime dal cielo bagnano mura e palazzi
un sordo suono vibra i piani invisibili, se no al tuono
ma io fuggii dalle loro prigioni di bugie molti anni or sono
ed ancora mi cercano e io cerco loro
un fuggiasco, non teme chi è seduto sopra un trono
uomo, conia il ferro del cancello oltre il quale oso
sotto terra e sotto i mari è dome vivo, ma
il mio habitat, non è il mio nativo, quindi è relativo
io non esisto ancora, concepisco il nulla poichè esso è la mia vera dimora, la mia ora
ascolta, ascolta le mie lettere vivere eterne
mentre il mio corpo senza vita giace inerme
d - a - t - h - a, nato in cattività, resuscitato dall'oscurità
la gabbia resta salda tra mura di case e chiese
e la nebbia resta densa intrappolata nelle mie palpebre chiuse
nel vortice di vuoto, nel bacio del fiore di loto
vidi me stesso come il mio nemico ignoto
l'oracolo, dia inizio allo spettacolo
benvenuti nella transe, siate i benvenuti al tavolo
meglio che mi stai lontano
il mio nome è pace, ma mio padre, l'odio, mi tiene per mano
di questi tempi, mi sveglio immerso nel sudore, al sorgere del sole
sotto il peso di una lacrima che mi corrode
ma ho deciso, la scanso dal mio viso
impugno l'arma in quanto non ispiro al paradiso
è troppo tardi per pensare, troppo tardi per tornare indietro
rido e lascio che il destino sia fatale


JACK THE SMOKER
ora sono in lotta, dove la terra scotta
fuggo da un destino che vorrei cancellare, senza una rotta
il nulla è la mia casa, è ora che vi faccia ritorno
ora mi confondo, tra le folle che ho attorno
ma ho un animo di pietra, non provare a fermarmi
non esistono più armi in grado di annullarmi
e quando anche sarò morto tu sentirai il ricordo
di un fuggitivo che ha dato speranza al volgo
ho seguito demoni nel mio percorso
guardato negli occhi il male, poi provato rimorso
sentito sulla pelle una sensazione di scomodo
perchè sono un viandante, un pellegrino sulla terra e mò
non tentare di dare una meta normale ad un uomo che sa sognare, che vive per cancellare
le vecchie lacrime, che ho scritto sulle pagine di sfogo poi sepolte col passato in una lapide
non avere fretta lasciati sorprendere, lascia che prenda la tua anima, non ti arrendere
il vento mi fa chiudere gli occhi, ma ho un sesto senso
che mi fa cogliere la dimensione dell'immenso
è densa la coltre che ci hanno imposto
vivo in un mondo dove la speranza ha un costo
gente abbagliata dal denaro, e luce intensa
accendono un cero per la loro stessa coscienza
ridotti all'impotenza, un nome sul registro
quando i miei occhi han visto, mi hanno reso fuggiasco
ora corro mentre abbatto le coltri di vetro
cerco terre vergini non mi volterò indietro

Fuggitivo — Omega Underground
inserito da

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook